Italia markets closed

Borsa Tokyo, Nikkei a minimi 2 settimane su diffusione coronavirus, male ciclici

Un cartellone elettronico con l'andamento dei titoli della Borsa di Tokyo

TOKYO (Reuters) - L'azionario giapponese ha chiuso ai minimi di due settimane, con i ribassi guidati dai titoli legati alle materie prime e altri titoli ciclici, mentre i crescenti timori per la diffusione del nuovo coronavirus in Cina minano il clima di fiducia.

Gli investitori rimangono cauti anche in vista dei risultati societari, portando il Nikkei a segnare un calo dell'1,0% a 23.795,44, il livello di chiusura più basso dal 10 gennaio. Il più ampio Topix è sceso a sua volta dello 0,8% a 1.730,50.

Segno meno per una vasta serie di titoli, con quasi tutti i 33 sottoindici della Borsa di Tokyo in territorio negativo.

I trader affermano che una brusca flessione dei prezzi delle materie prime, in parte causata dai timori per la diffusione del coronavirus, ha zavorrato i titoli ciclici e quelli legati alle materie prime.

Le vittime del nuovo coronavirus cinese sono salite a 17 ieri, con quasi 600 casi confermati. L'epidemia ha fatto riaffiorare ricordi della SARS, un'altra infezione polmonare che è scoppiata in Cina e che tra il 2002 e 2003 è costata la vita a quasi 800 persone in una pandemia globale.

La prospettiva di una diffusione rapida del virus, con milioni di cinesi che da domani viaggeranno in patria e all'estero per festeggiare le vacanze del Capodanno lunare, lunghe una settimana, tiene in allerta le autorità sanitarie globali e gli investitori.

Tra i sottosettori della borsa di Tokyo, il trasporto marittimo, i prodotti petroliferi e di carbone e l'industria estrattiva sono stati i sottoindici con le prestazioni peggiori, in calo rispettivamente del 2,6%, 2,2% e 2,0%.

In controtendenza rispetto alla debolezza generale, il produttore di apparecchiature automatizzate per test di semiconduttori Advantest è salito del 2,5% al ​​massimo in 13 anni, dopo che le stime sugli utili del quarto trimestre del suo rivale statunitense Teradyne hanno battuto le stime.

In agenda dopo la chiusura di mercato i risultati per il trimestre ottobre-dicembre di Nidec Corp e Disco Corp.

Altrove, Rakuten ha perso il 3,8% sulla notizia che l'autorità antitrust giapponese avvierà un'indagine sul gigante dell'e-commerce sulla politica di spedizione gratuita perseguita dal suo sito di shopping online.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia