Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.720,52
    -40,53 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.012,77
    -34,42 (-0,26%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    88,26
    -3,83 (-4,16%)
     
  • BTC-EUR

    23.661,15
    -568,86 (-2,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    572,20
    -18,56 (-3,14%)
     
  • Oro

    1.793,30
    -22,20 (-1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,0187
    -0,0070 (-0,68%)
     
  • S&P 500

    4.267,41
    -12,74 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.783,80
    +6,99 (+0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8434
    -0,0022 (-0,26%)
     
  • EUR/CHF

    0,9620
    -0,0035 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,3142
    +0,0040 (+0,31%)
     

Borsa Usa in forte rialzo, si ridimensionano aspettative su rialzo tassi

Un cartello stradale di Wall Street a New York

(Reuters) - Wall Street è in forte rialzo, con i segnali di rallentamento della crescita economica e il calo dei prezzi delle materie prime che ridimensionano le aspettative sull'entità degli aumenti dei tassi di interesse che la Federal Reserve deciderà per contenere l'inflazione.

I mercati finanziari globali sono stati scossi questo mese dai timori che rapidi aumenti dei tassi da parte delle principali banche centrali possano causare una recessione, con l'S&P 500 che ha confermato un "bear market" la scorsa settimana dopo aver registrato un calo del 20% dal picco di chiusura di gennaio.

I tre indici principali sembrano orientati a segnare la prima settimana in positivo su quattro, sostenuti dai titoli "growth" delle megacap e dai settori difensivi come l'healthcare e le utility, considerati settori più sicuri in tempi di incertezza economica.

Anche il calo dei prezzi delle materie prime di questa settimana ha contribuito a placare i timori sull'inflazione, con i prezzi del rame indirizzati verso il maggior ribasso settimanale in un anno e il greggio impostato per un secondo calo settimanale.

Tutti i principali settori dell'S&P 500 sono in rialzo, guidati dai guadagni dei titoli tecnologici e dei servizi di comunicazione.

APPLE e TESLA guadagnano rispettivamente l'1,8% e il 4%, mentre i rendimenti dei Treasury Usa oscillano vicino ai minimi di due settimane toccati ieri. [US/]

Intorno alle 16,45, il Dow Jones è in rialzo di 589,30 punti, o dell'1,92%, a 31.266,66, l'S&P 500 sale di 83,47 punti, o del 2,2%, a 3.879,20 e il Nasdaq Composite guadagna 284,72 punti, o il 2,53%, a 11.516,91.

FEDEX balza del 9,1% sulla scia di stime sugli utili dell'anno più forti del previsto nonostante il calo della domanda globale di spedizioni.

Misti i bancari dopo che gli "stress test" annuali della Federal Reserve hanno mostrato che gli istituti di credito hanno capitale sufficiente per resistere a una grave recessione economica.

CITIGROUP è in rialzo del 2% e BANK OF AMERICA guadagna dell'0,5%, mentre MORGAN STANLEY segna un progresso del 5,5%.

ZENDESK balza del 27,7% dopo che la società di software ha detto che sarà acquistata da un gruppo di società di private equity guidate da Hellman & Friedman LLC e Permira per 10,2 miliardi di dollari.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli