Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.917,52
    +156,47 (+0,46%)
     
  • Nasdaq

    13.139,41
    +92,22 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    89,25
    -2,84 (-3,08%)
     
  • BTC-EUR

    23.745,13
    -363,71 (-1,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    571,76
    -19,00 (-3,22%)
     
  • Oro

    1.794,40
    -21,10 (-1,16%)
     
  • EUR/USD

    1,0163
    -0,0095 (-0,92%)
     
  • S&P 500

    4.299,12
    +18,97 (+0,44%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.789,62
    +12,81 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8427
    -0,0030 (-0,35%)
     
  • EUR/CHF

    0,9618
    -0,0037 (-0,38%)
     
  • EUR/CAD

    1,3112
    +0,0011 (+0,08%)
     

Borsa Usa in rialzo dopo forte sell-off, bene Nike e Micron

·2 minuto per la lettura
Il logo Nike nei pressi di una filiale sulla 5th Avenue a New York

(Reuters) - Gli indici principali di Wall Street guadagnano terreno, sostenuti da Nike e Micron sulla scia dei buoni risultati e con i titoli tecnologici che rimbalzano dopo l'ondata di vendite della seduta precedente.

Intorno alle ore 16,15 italiane, il Dow Jones avanza di 406,01 punti, o dell'1,15%, a 35.335,45, l'S&P 500 guadagna 28,71 punti, o lo 0,59%, a 4.595,33 e il Nasdaq è in rialzo di 102,68 punti, o dello 0,68%, a 15.083,69.

La rapida diffusione della variante Omicron del coronavirus ha scosso le borse a livello mondiale, innescando forti flessioni nell'ultimo mese dell'anno sui timori per l'impatto della variante sulla ripresa economica globale.

Nike avanza del 5,7%, in testa all'indice Dow Jones, dopo aver annunciato utili e ricavi oltre le attese per il trimestre ed espresso fiducia in un allentamento dei problemi delle catene di approvvigionamento nel prossimo esercizio fiscale.

Micron Technology guida i rialzi dei produttori di chip con un balzo del 7,9%, dopo aver stimato solidi risultati per il secondo trimestre e aver battuto le attese di Wall Street su ricavi e utili trimestrali.

Gli aggiornamenti positivi delle due società hanno contribuito a placare i timori per i diffusi problemi delle catene di approvvigionamento in un contesto di alta inflazione, fonte di preoccupazione per le banche centrali a livello mondiale.

Quasi tutti i settori dell'S&P 500 guadagnano terreno, con l'indice Philadelphia SE Semiconductor in rialzo dell'1,6%.

Tesla, Microsoft, Apple guadagnano tra lo 0,2% e l'1,3% dopo le perdite viste nella seduta di ieri.

In progresso i titoli legati ai viaggi, scesi nella seduta precedente sui timori di restrizioni più severe. Delta Air Lines balza del 5,1% mentre Wynn Resorts guadagna il 4,1%.

General Mills cede il 4,1% dopo aver annunciato utili trimestrali inferiori alle stime degli analisti.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli