Italia markets open in 5 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,94 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,38 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,74
    -695,60 (-2,36%)
     
  • EUR/USD

    1,2142
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    45.777,02
    -3.027,14 (-6,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.463,32
    -97,97 (-6,28%)
     
  • HANG SENG

    27.965,30
    -630,36 (-2,20%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     

Borse Europa in calo dopo discorso Powell, ma verso chiusura settimana in positivo

·2 minuto per la lettura

(Reuters) - Il rialzo dei rendimenti dei bond Usa mette nuovamente sotto pressione le borse europee, dopo che i commenti del presidente della Fed Jerome Powell non sono riusciti a placare i timori per la recente impennata dei costi di finanziamento.

Alle 11, lo STOXX 600 cede lo 0,7%, con i titoli legati ai viaggi, i media <.SXMP> e i servizi finanziari a registrare le performance peggiori.

Powell, pur definendo "considerevole" il recente aumento dei rendimenti, ha detto di non considerarlo un movimento "disordinato", né tale da aver spinto i tassi a lungo termine così in alto da richiedere un deciso intervento della Fed sui mercati per abbassarli.

Nelle ultime settimane, i rendimenti elevati hanno messo ulteriormente sotto pressione le società del comparto tech a forte crescita, così come quei settori che pagano dividendi costanti, quali utilities e beni di consumo di base.

Lo STOXX 600 è comunque indirizzato a chiudere la settimana in rialzo dell'1,2%, con gli investitori che hanno acquistato titoli sensibili alla crescita economica come quelli dei gruppi automobilistici, delle assicurazioni e delle compagnie energetiche, scommettendo su un rapido rimbalzo economico per l'anno in corso.

Sul fronte macro, gli ordini per i beni tedeschi sono cresciuti di più del doppio rispetto alle attese nel mese di gennaio, con una solida domanda estera a compensare la debolezza di quella interna.

I titoli legati al petrolio cedono solo lo 0,2%, sostenuti da prezzi del greggio vicini ai massimi di 14 mesi dopo che i paesi Opec e alleati hanno concordato di non aumentare le scorte ad aprile.

London Stock Exchange Group cede quasi il 5% malgrado abbia registrato risultati stabili per il 2020 e abbia annunciato un aumento del 7% dei dividendi.

La società francese di produzione di aerei Dassault aviation perde il 3,1% sulla scia di un calo dell'utile operativo adjusted trimestrale.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)