Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.066,55
    -732,56 (-3,36%)
     
  • Dow Jones

    29.590,41
    -486,27 (-1,62%)
     
  • Nasdaq

    10.867,93
    -198,88 (-1,80%)
     
  • Nikkei 225

    27.153,83
    -159,30 (-0,58%)
     
  • Petrolio

    79,43
    -4,06 (-4,86%)
     
  • BTC-EUR

    19.516,47
    -353,60 (-1,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    434,61
    -9,92 (-2,23%)
     
  • Oro

    1.651,70
    -29,40 (-1,75%)
     
  • EUR/USD

    0,9693
    -0,0145 (-1,47%)
     
  • S&P 500

    3.693,23
    -64,76 (-1,72%)
     
  • HANG SENG

    17.933,27
    -214,68 (-1,18%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.348,60
    -78,54 (-2,29%)
     
  • EUR/GBP

    0,8927
    +0,0188 (+2,15%)
     
  • EUR/CHF

    0,9509
    -0,0100 (-1,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,3169
    -0,0093 (-0,70%)
     

Borse Europa in calo, Inditex spinge settore retail

Il logo Zara impresso su una vetrina a Madrid

(Reuters) - Mattinata di cali per le borse europee, dopo che l'inflazione statunitense più alta del previsto ha rafforzato le previsioni di un forte aumento dei tassi d'interesse da parte della Federal Reserve la prossima settimana; ma il rally dei gruppi retail, guidato dalla spagnola Inditex, ha tenuto sotto controllo i ribassi.

Alle 11,15 l'indice continentale STOXX 600 perde lo 0,13%.

Nella giornata di ieri, i dati hanno mostrato che i prezzi consumo negli Stati Uniti sono aumentati più del previsto ad agosto, aprendo la strada ad un nuovo rialzo dei tassi di interesse di 75 punti base mercoledì prossimo.

Il dato ha innescato il più forte calo in due anni a Wall durante la notte e ha portato anche a un ampio sell-off sui mercati asiatici all'inizio della giornata

I banchieri centrali della Bce vedono crescere il rischio di dover aumentare il tasso di interesse di riferimento al 2% o più per frenare l'inflazione da record nella zona euro, malgrado una probabile recessione, secondo quanto riferito a Reuters da diverse fonti.

L'inflazione ha raggiunto il 9,1% in agosto, ben al di sopra dell'obiettivo del 2% fissato dalla banca centrale.

I titoli dei gruppi retail guadagnano l'1,98%, guidando i guadagni tra i settori con INDITEX, il proprietario del marchio di moda Zara, che guadagna il 4,92%

Il rivenditore spagnolo di fast-fashion ha registrato un aumento del 24,5% delle vendite semestrali e un profitto più elevato rispetto a un anno fa, chiudendo il mese di luglio su una base solida proprio prima che la domanda di moda iniziasse a indebolirsi il mese scorso a causa dell'inflazione.

La società elettrica spagnola IBERDROLA perde l'1,01% dopo aver accettato di vendere al fondo d'investimento svizzero Energy Infrastructure Partners (Eip) una partecipazione del 49% in un parco eolico offshore tedesco per 700 milioni di euro.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Maria Pia Quaglia)