Italia Markets open in 6 hrs 56 mins

Borse Europa, indici correggono da massimi otto mesi appesantiti da settore minerario

(Reuters) - Gli indici delle borse europee viaggiano in calo, dopo aver toccato ieri i massimi da otto mesi, con gli analisti del parere che sia prematuro parlare di una ripresa in Cina, nonostante la crescita del Pil del primo trimestre della seconda maggiore economia mondiale sia risultata migliore delle attese (presente).

L'indice paneuropeo STOXX 600 scambia in ribasso dello 0,2% attorno alle 13, dopo cinque giorni consecutivi di guadagni.

L'economia cinese è cresciuta del 6,4% nel primo trimestre rispetto all'anno precedente, superando le aspettative di un rallentamento a 6,3%, grazie alla dinamica positiva della produzione industriale e della domanda interna.


BHP Group PLC cala del 2,5%, zavorrando il FTSE e lo STOXX 600, dopo che il primo gruppo minerario al mondo ha tagliato le stime sulla produzione di minerali ferrosi, il giorno dopo che il rivale Rio Tinto ha rivisto al ribasso la guidance sulla produzione.

Roche sale dello 0,25% sul miglioramento delle stime per il 2019 da parte della casa farmaceutica svizzera dopo che vendite nel primo trimestre più solide delle attese.

Commerzbank sale del 2,3% dopo indiscrezioni di stampa di un interesse da parte dell'olandese Ing per una possibile aggregazione.