Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.934,29
    +353,35 (+1,08%)
     
  • Dow Jones

    39.087,38
    +90,99 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    16.274,94
    +183,02 (+1,14%)
     
  • Nikkei 225

    39.910,82
    +744,63 (+1,90%)
     
  • Petrolio

    79,81
    +1,55 (+1,98%)
     
  • Bitcoin EUR

    57.080,06
    +435,04 (+0,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.091,60
    +36,90 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0839
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.137,08
    +40,81 (+0,80%)
     
  • HANG SENG

    16.589,44
    +78,00 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.894,86
    +17,09 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8567
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9573
    +0,0017 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4682
    +0,0013 (+0,09%)
     

Borse Europa a massimi da 2 mesi su energia e finanza, verso forti guadagni mensili

Panoramica della Borsa di Francoforte.

(Reuters) - Le borse europee salgono ai massimi da oltre due mesi, spinte dall'energia e dai titoli finanziari, mentre gli investitori valutano l'inflazione della zona euro scesa a novembre a 2,4% e attendono per oggi il dato chiave su quella statunitense per rafforzare l'idea che i tassi di interesse globali abbiano raggiunto il loro picco.

L'indice paneuropeo STOXX 600 è in rialzo dello 0,3% alle 11,06, massimo mensile da gennaio, con i titoli immobiliari, sensibili ai tassi, e quelli tecnologici in testa ai guadagni settoriali mensili.

I titoli del settore energetico salgono dell'1,4% grazie al rialzo dei prezzi del petrolio in vista della riunione dell'Opec+, mentre gli assicurativi crescono dello 0,7%.

L'economia francese si è contratta dello 0,1% nel terzo trimestre, mentre l'inflazione di novembre ha continuato a diminuire più del previsto. L'indice di riferimento CAC 40 sale dello 0,1%.

Altri dati mostrano che le vendite al dettaglio tedesche sono aumentate più del previsto a ottobre, mentre il numero di disoccupati in Germania è aumentato in linea con le aspettative a novembre. L'indice azionario di riferimento della Germania è salito dello 0,2%.

La compagnia assicurativa olandese Asr balza dell'11,6% in cima allo STOXX 600 dopo aver annunciato un accordo finale sui prodotti unit-linked per un importo ben inferiore alle aspettative.

Eurazeo sale del 9,4% dopo che la società di investimento francese ha definito gli obiettivi strategici per il periodo 2024-2027.

Vat Group cresce del 3,3% dopo che JP Morgan ha portato il produttore svizzero di valvole specializzate a "overweight" da "neutral", mentre il gruppo ingegneristico svizzero ABB guadagna l'1,8% dopo aver svelato obiettivi di vendita e redditività più elevati.

Oci scende del 6,2% dopo che Jefferies ha declassato il produttore di prodotti chimici a "hold" da "buy", mentre Elekta perde il 4,2% dopo che Barclays ha avviato la copertura sul produttore di apparecchiature per radioterapia con un rating "underweight".

(Tradotto da Alberto Chiumento, editing Francesca Piscioneri)