Italia markets open in 8 hours 27 minutes
  • Dow Jones

    33.597,92
    +1,58 (+0,00%)
     
  • Nasdaq

    10.958,55
    -56,34 (-0,51%)
     
  • Nikkei 225

    27.686,40
    -199,47 (-0,72%)
     
  • EUR/USD

    1,0517
    +0,0048 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    16.040,36
    -306,46 (-1,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    394,86
    -7,18 (-1,79%)
     
  • HANG SENG

    18.814,82
    -626,36 (-3,22%)
     
  • S&P 500

    3.933,92
    -7,34 (-0,19%)
     

Borse Europa a nuovi massimi di tre mesi dopo segnali di rallentamento rialzi Fed

Panoramica della borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee toccano nuovi massimi di tre mesi dopo che i verbali della riunione di novembre della Federal Reserve hanno suggerito la probabilità di un rallentamento del ritmo dei rialzi dei tassi d'interesse, con gli investitori che cercano nuovi segnali da parte della Banca centrale europea.

Intorno alle 11,25 l'indice paneuropeo STOXX 600 è in rialzo dello 0,4%, raggiungendo il livello più alto dal 19 agosto, anche se i volumi di scambio sono stati scarsi a causa della chiusura della borsa statunitense per la festa del Ringraziamento.

Wall Street ha chiuso con solidi guadagni ieri, dopo che i verbali della riunione della banca centrale statunitense hanno mostrato che una "sostanziale maggioranza" dei responsabili delle politiche ha convenuto che "probabilmente presto sarà appropriato" rallentare il ritmo dei rialzi dei tassi di interesse.

La Banca Centrale Europea pubblicherà alle 13.30 i verbali della riunione di ottobre, in cui ha alzato i tassi di interesse di 75 punti base, ma ha precisato che sono già stati compiuti progressi "sostanziali" nel tentativo di contrastare un'impennata storica dell'inflazione.

Il settore immobiliare, sensibile ai tassi, è stato il più performante in Europa, con un aumento del 2,6%, mentre i rendimenti dei titoli di Stato tedeschi sono scesi ai minimi in sei settimane. [GVD/EUR]

Immofinanz registra un balzo dell'8,1% dopo che la società immobiliare austriaca ha riportato solidi risultati negli ultimi nove mesi e ha alzato le previsioni per il 2022 relative ai fondi delle operazioni.

Remy Cointreau perde il 2,02% dopo che l'azienda produttrice del cognac Remy Martin ha avvertito che nel secondo semestre ci sarà un ritorno alle normali tendenze di consumo dopo due anni di "crescita eccezionale".

Adevinta, la più grande società di advertising al mondo, balza del 7,9% dopo aver confermato gli obiettivi per l'intero anno 2022.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)