Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    41.326,95
    +484,57 (+1,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1916
    -0,0063 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,51 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,1085
    -0,0036 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5068
    -0,0094 (-0,62%)
     

Borse Europa in rialzo su speranze di ripresa, bene titoli tech

·1 minuto per la lettura
Un trader siede davanti agli schermi dei computer alla sua scrivania alla borsa di Francoforte

(Reuters) - I mercati europei guadagnano terreno, con gli investitori che sperano in una ripresa economica più rapida e con il rally dei titoli tecnologici dopo che il gruppo di consulenza IT francese Atos ha concluso i colloqui sulla possibile acquisizione della rivale statunitense DXC Technology.

ATOS SE guadagna il 2,7% dopo che la società ha dichiarato di aver interrotto i colloqui sulla potenziale acquisizione da 10 miliardi di dollari di DXC Technology Co.

Il settore tecnologico europeo è in rialzo dell'1,2%, mentre l'indice STOXX 600 avanza dell'1,2%.

L'ottimismo dei mercati asiatici sulla speranza di ulteriori stimoli per l'economia statunitense si è diffuso in Europa all'inizio degli scambi.

Gli investitori sono in attesa dei negoziati di oggi tra il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e i senatori repubblicani sul nuovo disegno di legge sugli aiuti anti-pandemia.

Il focus rimane anche sui risultati di tutta Europa, con FRESENIUS MEDICAL CARE che crolla del 13,2% dopo che l'azienda di dialisi numero 1 al mondo ha avvertito che il suo utile netto rettificato probabilmente diminuirà quest'anno.

BP cede il 3,7% dopo che l'utile nell'ultimo trimestre del 2020 è sceso a 115 milioni di dollari a causa della debole domanda di energia e degli scarsi risultati di trading.