Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.336,67
    +27,16 (+0,08%)
     
  • Nasdaq

    12.779,91
    -74,89 (-0,58%)
     
  • Nikkei 225

    27.819,33
    -180,63 (-0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0324
    +0,0022 (+0,22%)
     
  • BTC-EUR

    23.453,35
    +186,20 (+0,80%)
     
  • CMC Crypto 200

    573,13
    -1,61 (-0,28%)
     
  • HANG SENG

    20.082,43
    +471,59 (+2,40%)
     
  • S&P 500

    4.207,27
    -2,97 (-0,07%)
     

Borse Europa, in ribasso su timori incremento tassi, recessione, balza Edf

(Reuters) - Apertura in ribasso per le borse europee, che subiscono l'impatto dei timori legati alle posizioni "hawkish" della Bce e al rallentamento della crescita economica, anche se le perdite sono state limitate da un'impennata del 15% del gigante francese dell'energia Edf, dovuta ai piani di nazionalizzazione.

A guidare il declino ci sono i titoli tech con un calo dell'1,39% dopo che Bloomberg ha riportato che Apple ha intenzione di rallentare le assunzioni e la crescita della spesa il prossimo anno in alcune unità per far fronte a una potenziale recessione economica.

I fornitori di Apple, tra cui Stmicroelectronics, Osram e Asml perdono tra l'1,69% e il 2,2%.

Alle 11,10 l'indice paneuropeo STOXX 600 cede lo 0,17% dopo i rialzi delle due sedute precedenti.

I minerari europei perdono lo 0,92% a causa dell'aumento dei casi di coronavirus in Cina, che ha rafforzato i dubbi legati alle prospettive della domanda del primo consumatore mondiale di metalli.

Nel frattempo, fonti hanno riferito che i banchieri centrali della Bce discuteranno se aumentare i tassi di interesse di 25 o 50 punti base durante la riunione di giovedì, al fine di contenere l'inflazione record.

In precedenza la banca centrale aveva segnalato che avrebbe aumentato i tassi di 25 punti base questo mese, rimandando a settembre una mossa più consistente.

Edf balza del 15,01% dopo che il governo francese ha annunciato di voler offrire 12 euro ad azione per assumere il pieno controllo della società elettrica in un'operazione di buyout che offrirebbe a Parigi mano libera per gestire il gruppo nel corso della crisi energetica.

Con l'apertura della stagione delle trimestrali, il produttore di farmaci Novartis e la società di trasferimento di denaro Wise Plc guadagnano rispettivamente dello 0,77% e del 14,71%.

I produttori di auto Volvo e Alstom sono in calo nonostante trimestrali positive, così come l'operatore di telecomunicazioni Telenor. Il gruppo bancario svedese Swedbank cede lo 0,81% dopo aver riportato un utile netto inferiore alle attese.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli