Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.105,30
    -173,72 (-1,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8573
    -0,0012 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4186
    +0,0060 (+0,43%)
     

Borse Europa, scivolano in vista di decisione Bce su tassi, giù Credit Suisse

Panoramica della Borsa di Francoforte

(Reuters) - Le borse europee sono in calo mostrando un clima di cautela in vista dell'atteso rialzo dei tassi di interesse da parte della Banca centrale europea, mentre Credit Suisse crolla dopo aver rivelato il piano di riorganizzazione.

Lo STOXX 600 perde lo 0,5% dopo aver chiuso ai massimi di cinque settimane ieri, sulle aspettative che le principali banche centrali rallentino il ritmo di inasprimento delle politiche monetarie.

CREDIT SUISSE scivola dell'11,2% dopo che l'istituto di credito ha annunciato un aumento di capitale da 4 miliardi di franchi svizzeri (4,05 miliardi di dollari), tagliare migliaia di posti di lavoro e spostare l'attenzione dai servizi di investment banking ai clienti più ricchi, nel tentativo di lasciarsi alle spalle anni di scandali.

Le azioni di Credit Suisse hanno toccato i minimi di due settimane dopo essere recentemente crollate ai minimi storici.

L'attenzione è rivolta all'annuncio della Bce, previsto per le 14,15, con i banchieri centrali che potrebbero aumentare i tassi di interesse di 75 punti base allo 0,75%. È probabile che Francoforte si avvii a ridurre il proprio bilancio da 8.800 miliardi di euro, accresciuto da anni di acquisti di debito e prestiti a bassissimo costo concessi alle banche.

(1 dollaro = 0,9873 franchi svizzeri)

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Francesca Piscioneri)