Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.548,53
    +318,19 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.632,84
    +50,42 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    29.331,37
    +518,77 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2066
    +0,0057 (+0,47%)
     
  • BTC-EUR

    46.601,96
    -815,96 (-1,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.463,45
    -7,96 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    28.637,46
    +219,46 (+0,77%)
     
  • S&P 500

    4.201,62
    +34,03 (+0,82%)
     

Borse europee in frenata nel primo giorno del meeting della Federal Reserve

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Borse europee in frenata nel primo <br />giorno del meeting della Federal Reserve
Borse europee in frenata nel primo
giorno del meeting della Federal Reserve

L’attenzione degli investitori è puntata sulla Fed e in particolare sulle dichiarazioni di Powell sull’inflazione. Oggi giornata di aste per il Mef con tre titoli in collocamento

Avvio di seduta nel segno della prudenza per i listini europei. L’indice FTSE MIB di Piazza Affari segna una perdita dello 0,2% mentre il DAX di Francoforte è in calo dello 0,1%. Londra apre intorno alla parità insieme a Parigi, mentre l’IBEX 35 di Madrid perde lo 0,4%.

OCCHI SULLA FED

Il meeting della Federal Reserve prende il via oggi per concludersi domani. Gli investitori non si attendono decisioni di politica monetaria rilevanti, ma l’attenzione sarà puntata sulla conferenza stampa del presidente Jerome Powell in programma domani alle 20,30 italiane. Il focus è ovviamente sull’inflazione.

PROSEGUONO LE TRIMESTRALI

Le trimestrali delle Big Tech americane continuano a tenere banco. Ieri è stata Tesla a presentare i suoi conti, oggi tocca a Google-Alphabet, Microsoft, Starbucks e AMD, che pubblicheranno i dati dopo la chiusura dei mercati. Finora la tendenza è stata positiva per le grandi aziende americane, con conti superiori alle attese per l’86% delle società comprese nell’indice S&P 500.

TOKYO IN ROSSO

Sulle Borse asiatiche prevale la debolezza. Tokyo, appesantita dalle previsioni della banca centrale giapponese di una crescita più lenta di economia e inflazione, perde lo 0,46%. Preoccupa l’andamento dell’epidemia nel paese e in particolare nella Capitale, mentre Shanghai e Hong Kong viaggiano contrastate anche a causa della violenta ondata pandemica che sta investendo l’India in questi giorni.

ASTE DI TITOLI DI STATO

Oggi in Italia il Mef torna a piazzare titoli di Stato, mentre lo spread si muove leggermente al rialzo in area 105 punti base. Sono in programma le aste del Btp short term (scadenza novembre 2022) per un importo compreso tra 3,25 e 3,75 milirdi di euro, Btp€i scadenza maggio 2026 tra 500 milioni e un miliardo di euro e Btp con scadenza maggio 2051 per una somma compresa tra 500 e 750 milioni di euro. In leggero rialzo il petrolio. Wti e Brent salgono dello 0,6% circa e si portano rispettivamente a 62,3 e 65,4 dollari al barile. Stabile la quotazione dell’oro a 1.780 dollari l’oncia.