Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.787,09
    -490,09 (-0,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Cambio EUR/USD: Euro Ancora Debole Dopo Update Prezzi Produzione in Germania

·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD si trova ancora schiacciato a causa di un dollaro molto solido, come dimostra l’indice del dollaro statunitense stamattina in rialzo a 93,338 punti, vicino alla resistenza di 93,5 punti.

Stamattina, alle ore 9:00, il cambio EUR/USD si trova infatti a 1,1715, ai minimi mensili e non molto lontano dai minimi di Agosto 2021 a 1,1680.

Attenzione questa settimana alla pressione ribassista verso 1,17, che potrebbe spingere la moneta unica verso nuovi ribassi.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Il cambio EUR/USD si trova molto vicino al supporto di 1,17, con la moneta unica pressata da un dollaro statunitense sempre più solido, grazie alla fiducia e all’ottimismo degli investitori intorno alle misure di stimolo per la ripartenza dopo la pandemia di Covid-19.

Di contro, continua a pesare l’incertezza in merito alle misure che saranno prese dalla BCE per la politica monetaria dell’Eurozona, a partire dall’ipotesi di tapering.

Passando agli scenari tecnici, al ribasso il cambio EUR/USD potrebbe rapidamente riportarsi sotto 1,17 qualora la pressione ribassista dovesse continuare inalterata. In questo scenario, il principale livello di supporto è rappresentato da 1,1685.

La rottura di questo livello di supporto potrebbe portare il cambio EUR/USD sotto i minimi annuali.

Al rialzo, invece, innanzitutto il cambio EUR/USD dovrebbe riportarsi vicino al livello di 1,1750, per poi consolidarsi probabilmente vicino al livello di 1,18.

Il superamento del principale target rialzista di 1,18 indicherebbe un’inversione di tendenza per il cambio EUR/USD, in grado di capovolgere il trend attuale e riportare la moneta unica verso l’area di prezzo delle scorse settimane.

Il calendario economico di oggi

Oggi pochi market movers di rilievo per il cambio EUR/USD, considerando anche le festività in Asia, che limitano gli scambi. Stamattina i dati sui prezzi alla produzione in Germania, ancora in aumento, hanno pesato solo relativamente sul cambio EUR/USD, mostrando un incremento del +12%, superiore al +11,4% previsto dagli analisti.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli