Italia markets close in 4 hours 47 minutes
  • FTSE MIB

    24.311,68
    -491,22 (-1,98%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,31
    -0,61 (-0,94%)
     
  • BTC-EUR

    45.991,98
    -2.098,41 (-4,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.491,37
    -69,93 (-4,48%)
     
  • Oro

    1.841,40
    +3,80 (+0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,2161
    +0,0027 (+0,22%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.936,36
    -97,89 (-2,43%)
     
  • EUR/GBP

    0,8599
    +0,0009 (+0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0969
    +0,0035 (+0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,4718
    +0,0034 (+0,23%)
     

Cambio EUR/USD: il Trend Rialzista si Infrange sulla Resistenza a 1,20

Alberto Ferrante
·2 minuto per la lettura

Similmente a quanto fatto dalle commodities, sfruttando la debolezza del dollaro e il crollo dei rendimenti dei decennali USA anche il cambio EUR/USD si è portato in netto rialzo nelle ultime ore, sebbene il prezzo non sia riuscito ad approcciare ancora la resistenza psicologica di 1,20.

La sessione di scambi di ieri è stata comunque meno movimentata rispetto alla precedente e il prezzo si è limitato a muoversi tra il supporto di 1,1950 e la nuova resistenza, senza particolari stimoli.

Ciò risulta pienamente coerente con le prospettive per l’Unione Europea, la cui lentezza nel deployment dei piani di vaccinazione, come più volte ribadito, fissa implicitamente un tetto ai rialzi della moneta unica.

Stamattina, alle ore 8:45, il cambio EUR/USD si trova stabile a quota 1,1965, mentre l’indice del dollaro statunitense palesa un lieve rialzo rispetto a ieri, a quota 91,76 punti.

Previsioni sul cambio EUR/USD per la chiusura settimanale

Il cambio EUR/USD sta affrontando una solida resistenza al livello di 1,2010 che continua a limitare i rialzi. Nella seduta di ieri, infatti, il Fiber si è potuto spingere solo fino al livello di 1,1993 prima di ritirarsi rapidamente.

Se quella di oggi dovesse rivelarsi una giornata senza particolari spunti, allora è possibile che la chiusura settimanale per il cambio EUR/USD lasci il prezzo tra il livello di 1,1950 e quello di 1,1990.

Invece, un rialzo netto potrebbe effettivamente permettere al cambio EUR/USD di infrangere la soglia di resistenza a 1,2010 fino a dirigersi verso la resistenza successiva a 1,2065.

Di contro, il supporto principale (superato il debole 1,1950) è rappresentato dalla fascia di prezzo a 1,1915. Un crollo oltre questo valore aprirebbe la strada al supporto più coriaceo delle ultime settimane, quello a 1,1880 che ha spesso sostenuto la moneta unica durante l’impennata dei decennali USA.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: