Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.968,84
    -112,29 (-0,43%)
     
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,18 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,54 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.248,81
    +609,41 (+2,06%)
     
  • Petrolio

    73,95
    +0,65 (+0,89%)
     
  • BTC-EUR

    36.379,20
    +1.056,79 (+2,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.067,20
    -35,86 (-3,25%)
     
  • Oro

    1.750,60
    +0,80 (+0,05%)
     
  • EUR/USD

    1,1718
    -0,0029 (-0,25%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     
  • HANG SENG

    24.192,16
    -318,82 (-1,30%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.158,51
    -36,41 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8572
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    -0,0017 (-0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4827
    -0,0028 (-0,19%)
     

Cambio EUR/USD Sotto 1,1850 Dopo il Balzo dei Rendimenti USA. Quali Sono le Nuove Prospettive?

·2 minuto per la lettura

Il cambio EUR/USD si è portato in netto calo rispetto ai valori delle scorse sessioni di scambio, a causa del rialzo del dollaro statunitense e dei rendimenti dei titoli decennali USA.

Dopo quasi una settimana di rialzi verso il target di 1,19, adesso la moneta unica è scivolata raggiungendo nuovamente i valori del 2 Settembre 2021.

Precisamente, alle ore 9:05 di oggi il cambio EUR/USD si trova a 1,1836 mentre l’indice del dollaro USA segna 92,6 punti, in netto aumento rispetto ai 92,2 punti di ieri a quest’ora.

Previsioni sul cambio EUR/USD

Con il cambio EUR/USD attualmente sotto il livello di 1,1850, l’ipotesi più verosimile è quella di un proseguimento del trend ribassista anche fino al primo supporto di 1,18.

Prima di questo valore c’è però il supporto attuale a 1,1830.

Se il trend dovesse davvero continuare fino a infrangere anche il livello di supporto di 1,18, allora lo scenario bearish prenderebbe il sopravvento e il cambio EUR/USD potrebbe scivolare sul gap tecnico fino a 1,1750.

Un rallentamento della pressione ribassista potrebbe verificarsi qualora, partendo dal valore attuale di 1,1830 circa, il cambio EUR/USD riesca effettivamente a recuperare il perno di 1,1850 per stabilizzarsi sopra questo livello.

In questo caso, ci si potrebbe attendere un nuovo consolidamento tra 1,1850 e 1,19 che annullerebbe di fatto le conseguenze del crollo iniziato ieri.

Tuttavia, occorrerà prestare, in questa seconda metà della settimana, particolare attenzione ai dati macroeconomici che potrebbero influire pesantemente sul Fiber, in particolare sul fronte del dollaro USA.

I principali dati macroeconomici di oggi

Per la giornata di oggi, dopo la bilancia commerciale francese in calo oltre le attese (-6,96 miliardi) si attende in mattinata l’aggiornamento sulle vendite al dettaglio italiane a livello mensile.

Il catalizzatore di oggi sarà però rappresentato dall’aggiornamento sui dati JOLTs relativi all’occupazione negli Stati Uniti, che potranno influire sull’andamento del biglietto verde.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli