Italia markets open in 3 hours 24 minutes
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.261,51
    +45,99 (+0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1648
    +0,0011 (+0,09%)
     
  • BTC-EUR

    54.864,99
    +516,62 (+0,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.479,78
    +16,43 (+1,12%)
     
  • HANG SENG

    26.178,62
    +391,41 (+1,52%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     

Cambio EUR/USD Verso l’Ultimo Supporto di Breve a 1,1680. Ora Cosa Aspettarsi?

·2 minuto per la lettura

Nuovo calo del cambio EUR/USD ai minimi da Agosto 2021, a causa delle elezioni tedesche e dei dati macroeconomici statunitensi che si sono mostrati molto solidi, come testimonia l’incremento degli ordinativi di beni durevoli.

Adesso, il cambio EUR/USD si ritrova nuovamente sotto il livello di 1,17, precisamente stamattina alle ore 9:25 a quota 1,1678, mentre l’indice del dollaro statunitense si è rafforzato a 93,6 punti, verso nuovi massimi relativi degli ultimi 6 mesi.

Per la moneta unica, la settimana in corso si può rivelare molto delicata, considerando che il supporto di 1,1680 rappresentava l’ultimo livello prima dei minimi di Agosto 2021.

Previsioni sul Cambio EUR/USD

Il cambio EUR/USD, indebolito anche dal calo dei rendimenti decennali tedeschi, si è portato sotto il livello di supporto principale di 1,680 che in passato aveva permesso di rallentare la pressione ribassista e, talvolta, di fare da sponda per un rimbalzo del prezzo.

Questa volta, superato il livello di supporto principale, il cambio EUR/USD potrebbe vedere realizzarsi un consolidamento sotto il livello di 1,17, prima di nuovi ribassi anche verso i minimi di Agosto a 1,663.

Se la corsa ribassista dovesse accelerare ulteriormente, trainata dai dati macro della settimana, l’ultimo livello di supporto è rappresentato dai minimi del 4 Novembre 2020 a 1,1602. Un crollo verso questo valore nel breve termine non appare probabile, considerando che nell’area di prezzo tra 1,16 e 1,17 dollari sono presenti diversi supporti intermedi, come quello a 1,1640 e 1,1625.

Al rialzo, il cambio EUR/USD potrebbe riuscire a convincere gli investitori ritornando almeno al livello di 1,17. Anche in quest’area di prezzo, la moneta unica continuerebbe a rimanere vittima della solidità del dollaro USA, ma la riconquista del precedente supporto potrebbe ridurre la pressione ribassista.

La vera inversione di tendenza si potrebbe verificare solo con un ritorno verso l’area di 1,1750/1,1755, al livello del 22 Settembre 2021.

Da qui, potrebbe esserci spazio per rialzi almeno fino al livello di 1,1785, sopra la media mobile semplice a 50 giorni.

Il calendario economico per l’Euro Dollaro

Oggi pochi dati di rilievo per l’euro dollaro, ma, visto il contesto attuale in cui la Germania assume ancor più rilevanza per gli equilibri della moneta unica, i dati sulla fiducia dei consumatori secondo l’indice GfK potranno impattare sul cross.

Anche il prossimo discorso di Christine Lagarde, Presidente della BCE, atteso per la serata, potrebbe influire sul cambio EUR/USD.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli