Italia markets open in 1 hour 41 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.320,57
    -97,94 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,1758
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    11.274,73
    +4,02 (+0,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    262,31
    -10,38 (-3,81%)
     
  • HANG SENG

    24.583,25
    -125,55 (-0,51%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Caos Usa, scontri e agenti feriti in una protesta

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

E’ di due agenti feriti il bilancio degli scontri tra i manifestanti e polizia a Louisville dopo il verdetto del Grand Jury sulla morte di Breonna Taylor, l’infermiera afroamericana di 26 anni uccisa per errore a marzo dalla polizia durante un blitz antidroga notturno nella sua abitazione.

Caos e proteste dopo il verdetto in Kentucky che ha visto incriminare, per “condotta negligente e pericolosa”, solo uno dei tre agenti che avevano sparato 10 colpi di arma da fuoco che hanno portato alla morte della 26enne. Gli altri agenti, Jonathan Mattingly e Myles Cosgrove, non sono stati incriminati: “Sono giustificati per aver riposto al fuoco di Kenneth Walker”, fidanzato della Taylor, ha spiegato in conferenza stampa il procuratore generale Daniel Cameron.

Nella notte l’ondata di proteste ha toccato gran parte dell’America. Da New York a Washington, passando per Seattle e Columbus, migliaia di persone sono scese in strada per manifestare contro la decisione.

Joe Biden, candidato alla Casa Bianca, ha dichiarato: "Sono consapevole che la decisione per molti non è una risposta alla morte di Breonna Taylor. So che molta gente è frustrata e ha il diritto di manifestare pacificamente, ma la violenza non è mai accettabile”. Per Donald Trump il procuratore generale del Kentucky Daniel Cameron "è una star, sta facendo un lavoro fantastico".

VIDEO - Black Lives Matter, ecco la prima statua