Italia markets close in 1 hour 16 minutes
  • FTSE MIB

    24.315,99
    +154,61 (+0,64%)
     
  • Dow Jones

    34.024,61
    -112,70 (-0,33%)
     
  • Nasdaq

    13.934,81
    -15,41 (-0,11%)
     
  • Nikkei 225

    29.188,17
    +679,62 (+2,38%)
     
  • Petrolio

    61,24
    -0,11 (-0,18%)
     
  • BTC-EUR

    45.510,72
    -858,78 (-1,85%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.277,30
    +34,25 (+2,76%)
     
  • Oro

    1.787,10
    -6,00 (-0,33%)
     
  • EUR/USD

    1,2019
    -0,0020 (-0,17%)
     
  • S&P 500

    4.165,77
    -7,65 (-0,18%)
     
  • HANG SENG

    28.755,34
    +133,42 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.008,44
    +32,03 (+0,81%)
     
  • EUR/GBP

    0,8680
    +0,0041 (+0,47%)
     
  • EUR/CHF

    1,1036
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,5051
    +0,0010 (+0,07%)
     

Cardano (ADA) aggiunto su Coinbase Pro ed è subito +17,3%

Fabio Carbone
·3 minuto per la lettura

Cardano (ADA) è già da mesi nei target di investimento di numerosi trader del settore criptovalute, ma se Coinbase Pro con un post sul suo blog ufficiale annuncia il listing di ADA sulla piattaforma, è facile ipotizzare cosa accade.

Il big tra gli exchange di criptovalute ha riferito che Cardano (ADA) sarà disponibile al trading a partire da giovedì 18 marzo alle ore 9.00 del mattino secondo il fuso orario del Pacifico (Pacific Time), ovvero quando in Italia saranno le ore 17.00 di giovedì.

Già da ieri martedì 16 marzo è possibile trasferire l’asset ADA sulla piattaforma Coinbase Pro, e il trading sarà supportato in tutte le giurisdizioni in cui Coinbase è abilitato.

Da notare che per ora il supporto di Cardano (ADA) su Coinbase.com, il servizio di acquisto istantaneo, non è previsto. La società annuncerà in un prossimo futuro il supporto di ADA anche per i clienti consumer, pubblicando un comunicato separato “se e quando verrà aggiunto il supporto”.

Cardano (ADA) su Coinbase Pro. Alcuni dettagli

Coinbase fa notare che anche se il deposito è già disponibile, al momento solo i clienti che hanno un indirizzo sulla versione Shelley di Cardano (quella più recente e decentralizzata) potranno successivamente effettuare i prelievi.

Chi invece possiede un indirizzo legato alla precedente versione della piattaforma Cardano, ovvero Byron, Coinbase Pro lavora all’implementazione del supporto che “sarà abilitato a breve”.

Altro dettaglio importante da tenere in considerazione da quanti vorranno fare trading da subito con Cardano (ADA), Coinbase Pro avvierà il trading nel giorno e nell’ora stabilità se sarà riuscita nell’intento di raccogliere una buona liquidità sulla piattaforma, che sia in grado di avviare le contrattazioni.

Ecco perché ha aperto ai depositi già dal 16 di marzo: basterà? Lo scopriremo domani, ma tutto fa prevedere che Coinbase stia provvedendo a rifornirsi anche in autonomia di ADA per consentire un avvio degli scambi secondo il piano reso noto.

Il prezzo di Cardano (ADA) oggi 17 marzo

Oggi 17 marzo il prezzo di Cardano (ADA) è a 1,23 USD (+15,33%) nelle ultime 24 ore, con un picco a 1,29 USD quando si è diffusa la notizia del listing su Coinbase Pro di ADA.

Ad un mese ADA ha guadagnato il +38,09%, mentre a tre mesi fa registrare uno straordinario +653,52%. Da inizio anno ADA è cresciuta del +578,04%, mentre è stratosferico l’incremento di valore subito dalla criptovaluta rispetto al 17 marzo 2020: +4.634.41%.

Ciò significa che chi ha investito 100 USD acquistando ADA un anno fa, ora si ritrova con 4.734,41 USD sul conto.

Confronto Bitcoin (BTC) – Cardano (ADA)

Un rapido confronto tra il prezzo di bitcoin (BTC) e di Cardano (ADA), ci mostra che chi ha investito un anno fa in ADA ha guadagnato significativamente di più.

Bitcoin, infatti, ad un anno segna un +929,82% (ADA +4.634.41%), e da inizio anno bitcoin è cresciuto del +89,65% (ADA del +578,04%), mentre negli ultimi tre mesi BTC ha guadagnato il +140,86% di valore contro il +653,52% di Cardano (ADA).

Guardare anche ai progetti “minori” rispetto al bitcoin, delle volte premia più rispetto a chi investe solo nella “criptomoneta madre” e questo perché i progetti delle retrovie – quelli buoni – hanno molto spazio di crescita davanti a sé.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: