Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.143,90
    -44,48 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    13.505,66
    +48,42 (+0,36%)
     
  • Nikkei 225

    28.756,86
    +233,60 (+0,82%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    +0,0034 (+0,28%)
     
  • BTC-EUR

    26.277,59
    -2.573,06 (-8,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    631,59
    -48,32 (-7,11%)
     
  • HANG SENG

    29.927,76
    -34,71 (-0,12%)
     
  • S&P 500

    3.849,09
    -2,76 (-0,07%)
     

Cashback di Natale, come funziona il sistema dei rimborsi

Primo Piano
·2 minuto per la lettura

Il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa per illustrare le misure del nuovo Dpcm, ha presentato anche il cosiddetto “cashback di Natale”. “Per sostenere le attività commerciali, che sono in grande sofferenza, abbiamo deciso di far partire il piano Italia Cashless", ha spiegato Conte.

Cos’è il Cashback?

Il Cashback è un rimborso del 10% (fino a 150 euro a persona) per tutte le spese effettuate nei negozi fisici con carte o app. Oltre a essere un beneficio per il consumatore e per le attività commerciali, il piano ha l’obiettivo di modernizzare il Paese, cercando di sfavorire i pagamenti in contanti, puntando sul digitale.

GUARDA ANCHE: Un premio da 3 mila euro a chi usa più la carta

Quali sono le tempistiche?

Dall'8 dicembre e fino al 31 dicembre 2020, con almeno 10 acquisti con carte di credito, carte di debito, bancomat e Satispay si potrà ottenere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 150 euro, che verrà accreditato sul proprio conto nei primi mesi del 2021.

Dove è valido?

Il rimborso, al via dal 1° gennaio 2021, riguarderà tutti gli acquisti fatti con carte o app di pagamento in negozi, bar, ristoranti, supermercati, grande distribuzione, artigiani e professionisti.

GUARDA ANCHE: DPCM Natale: i negozi rimarranno aperti?

Come ottenere il rimborso?

Per accedere al piano “Cashless Italia” bisognerà dotarsi di credenziali SPID oppure carta d’identità elettronica (CIE). A questo punto si dovrà scaricare l’App IO ed effettuare l’accesso attraverso le credenziali SPID o con la CIE abbinata al PIN. Durante la registrazione dovranno essere inseriti anche gli estremi di una o più carte di credito o debito. Sarà infine richiesto il codice IBAN del conto sul quale si intende ricevere il rimborso.

GUARDA ANCHE: Cos'è lo Spid

A quanto ammonta il rimborso?

Per ogni transazione effettuata tramite pagamenti digitali è previsto un rimborso massimo di 15 euro, anche se l’importo dello scontrino è superiore a 150 euro.