Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.215,52
    +190,06 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,1636
    +0,0018 (+0,15%)
     
  • BTC-EUR

    55.049,02
    +1.495,71 (+2,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.481,22
    +17,87 (+1,22%)
     
  • HANG SENG

    25.787,21
    +377,46 (+1,49%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     

Cina, si acuiscono timori default settore immobiliare in caos Evergrande

·2 minuto per la lettura
L'insegna dell'edificio China Evergrande Center

HONG KONG/LONDRA (Reuters) - I crescenti timori di possibili default degli sviluppatori immobiliari cinesi hanno innescato un calo dei relativi titoli e obbligazioni, con nuovi declassamenti del merito di credito e l'incertezza sul destino del colosso Evergrande a pesare sulla fiducia degli investitori.

Evergrande, una volta primo sviluppatore cinese per vendite, sta affrontando una delle più grandi ristrutturazioni del debito del Paese mentre lotta contro oltre 300 miliardi di dollari di passività, di cui quasi 20 miliardi di dollari di debito offshore.

Il mese scorso la società ha mancato i pagamenti delle cedole su due tranche di obbligazioni in dollari e sta cercando faticosamente di vendere asset per pagare i creditori, dando priorità ai rimborsi dei creditori onshore nelle ultime settimane.

Il possibile crollo di una delle società cinesi con più debito ha innescato preoccupazioni per i rischi di contagio nel settore immobiliare della seconda economia al mondo, mentre le rivali fortemente indebitate vengono colpite da declassamenti di rating a causa dei timori di incombenti default.

Le obbligazioni e i titoli immobiliari cinesi sono stati interessati da forti pressioni di vendita il giorno dopo che la società di costruzioni del Paese Fantasia Holdings ha fatto sapere di non essere riuscita a effettuare in tempo un pagamento di debito sul mercato internazionale per 206 milioni di dollari.

L'episodio fa seguito al downgrade della società da parte delle agenzie di rating, che hanno citato deboli prospettive di recupero per gli obbligazionisti dopo le inadempienze, oltre a perplessità circa le informative della società e le pratiche di governance.

In una nota, lo sviluppatore immobiliare ha detto che valuterà il potenziale impatto del mancato pagamento sulle condizioni finanziarie del gruppo. La società non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento da parte di Reuters sul declassamento del rating.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli