Italia Markets close in 6 hrs 16 mins

Covid, stop anche ai Nobel: prima volta dal 1944

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Per la prima volta dal 1944 non ci sarà la cerimonia per la consegna dei Nobel a Stoccolma, sostituita da un evento online, a causa della pandemia da coronavirus. Lo ha annunciato la Fondazione che consegna i premi.

Invece di ricevere a dicembre le medaglie e i diplomi dal re Carlo XVI Gustavo di Svezia in persona, i vincitori li riceveranno nei loro paesi d'origine, ha affermato la Fondazione Nobel. I vincitori di quest'anno, nei campi della medicina, fisica, chimica, letteratura, pace ed economia, saranno annunciati tra il 5 e il 12 ottobre.

"Le attuali circostanze, con la pandemia in corso, rendono questo un anno unico nella storia del Premio Nobel, poiché l'idea è che medaglie e diplomi vengano consegnati ai vincitori in sicurezza nei loro paesi d'origine", ha affermato la Fondazione Nobel in una nota in cui si aggiunge che questo avverrà probabilmente "con l'aiuto delle ambasciate o delle università dei vincitori".

A luglio, la fondazione ha annunciato che il sontuoso banchetto che tradizionalmente segue la cerimonia di premiazione quest'anno sarebbe stato annullato e gli eventi della "Settimana del Nobel" che precedono la cerimonia di premiazione assumeranno "nuove forme". La cerimonia di premiazione, annullata l'ultima volta nel 1944 a causa della seconda guerra mondiale, avrebbe invece preso la forma di un evento televisivo.

Martedì scorso il capo dell'Istituto Nobel in Norvegia ha detto che la cerimonia per il Premio per la pace - che si terrà a Oslo, il 10 dicembre - sarà ridotta e spostata dalla solita grande sede del municipio di Oslo all'auditorium più piccolo dell'Università di Oslo, a causa della pandemia.

VIDEO - Trump candidato al Nobel per la pace