Curriculum creativo? Consigli ed esempi

Curriculum semplice, sintetico, in formato standard secondo il modello europeo. Tranne rare eccezioni i selezionatori preferiscono non essere travolti dalla creatività, a meno che non sia abbia la capacità di confezionare davvero qualcosa di utile: «L'originalità nella presentazione del curriculum viene apprezzata soprattutto se è finalizzata ad illustrare le esperienze professionali maturate — spiega Francesca Contardi, amministratore delegato di Page Personnel, che si occupa della ricerca e selezione di figure impiegatizie intervistata per noi da Eleonora Della Ratta -: sono utili i link al sito delle aziende con cui si è lavorato, al portfolio online e ai progetti realizzati per evidenziare le proprie competenze sia tecniche che informatiche». Quel che è importante è non mettere niente di inutile: «Ci è capitato di ricevere curriculum realizzati in power point che sono risultati ridondanti e poco funzionali per il selezionatore». La fantasia dei candidati non manca: c'è chi si è definito madrelingua italiano e "padrelingua bergamasco" o chi ha corredato il cv con foto di gruppo scattate durante cerimonie e vacanze.

50enne indossa il suo cv e scende in strada per trovare lavoro. Guarda le foto

Esistono però settori dove la fantasia fa bene, come quello del turismo: «In funzione del nostro settore ci capita spesso di ricevere cv "particolari": animatori che ci inviano il link dei loro sketch, cd audio o video con canzoni, brani recitati, musiche mixate, scenografie realizzate — raccontano dalla Direzione risorse umane e organizzazione di Valtur -. Il formato del cv è comunque legato al ruolo per il quale ci si candida: da un grafico sicuramente ci aspettiamo qualcosa di diverso di un cv in word e la creatività ed originalità sono sicuramente apprezzate».

10 consigli per il primo giorno di lavoro

Prendono sempre più campo anche i videocurriculum. Alcune aziende li richiedono soprattutto in forma "guidata", a metà tra il curriculum e il colloquio conoscitivo: sono considerate molto utili soprattutto per verificare subito la conoscenza delle lingue straniere. Esistono anche società specializzate per la preparazione di videocurriculum, ritenuti utili soprattutto per dimostrare la propria preparazione linguistica. Quelli che più colpiscono i selezionatori, però, restano quelli "fai da te", dove si dimostrano le proprie capacità grafiche e artistiche.

Nel dubbio, però, meglio restare sul classico foglio word. I responsabili risorse umane sono concordi: il curriculum deve essere chiaro, sintetico e riportare solo le informazioni veramente utili, dal titolo di studio alle ultime esperienze di lavoro (o le più importanti per la posizione a cui ci si candida). Specificare la conoscenza delle lingue o di programmi informatici senza esagerare nell'autovalutazione, inserire qualche informazione sui propri interessi personali solo se ritenuti interessanti per il lavoro offerto.

Ecco una serie di curricula estremamente creativi che si sono fatti notare in Rete.

Philippe Dubost

Come farsi notare nel mucchio come web product manager? Puntate su un cv insolito. Lo ha fatto il francese Philippe Dubost, che ha pensato bene di "mettersi in vendita" simulando una pagina di Amazon. "Only 1 left in stock — Order soon", avvisa Dubost. Meglio quindi affrettarsi.
In effetti, visto il successo del suo cv, diventato virale e con all'attivo 22mila condivisioni solo dal suo sito, si può ipotizzare che le offerte di lavoro non si siano fatte attendere. Ecco la sua creazione:
Cv creativo di Philippe Dubost


Claudio Nader

Nel 2011 un ragazzo bolognese di 29 anni si è fatto conoscere in tutto il mondo grazie a una grande intuizione: trasformare il suo profilo Facebook (allora sulla cresta dell'onda) in un curriculum. La sua creatività gli ha portato il lavoro dei sogni. Ecco cosa ci ha raccontato nell'intervista che gli avevamo fatto: Trasforma il profilo Facebook in un cv e trova lavoro: la storia di Claudio Nader
Cv creativo di Claudio Nader


Pagination

(3 Pagine) | Leggi tutto