Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    38.456,27
    +216,29 (+0,57%)
     
  • Nasdaq

    15.678,11
    +226,80 (+1,47%)
     
  • Nikkei 225

    37.552,16
    +113,55 (+0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,0703
    +0,0047 (+0,44%)
     
  • Bitcoin EUR

    62.406,18
    +881,06 (+1,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.437,27
    +22,51 (+1,59%)
     
  • HANG SENG

    16.828,93
    +317,24 (+1,92%)
     
  • S&P 500

    5.063,76
    +53,16 (+1,06%)
     

Dati inflazione Usa gennaio rendono "più difficile" lavoro Fed - Barkin

L'edificio della Federal Reserve a Washington, DC

WASHINGTON (Reuters) - I dati sull'inflazione Usa di gennaio, che hanno segnato un aumento dei prezzi al consumo e all'ingrosso più rapido del previsto, complicano le prossime decisioni sui tassi di interesse della Federal Reserve, ha detto il presidente della Fed di Richmond, Thomas Barkin.

I dati di gennaio pubblicati la scorsa settimana "sottolineano le difficoltà che abbiamo avuto recentemente", con un rallentamento dell'inflazione che dipende dal calo dei prezzi dei beni, mentre l'inflazione dei servizi e dei beni rifugio è rimasta costante, ha detto Barkin in un'intervista a Sirius Xm.

Il banchiere centrale ha detto di non voler comunque dare "troppo peso" ai dati di gennaio, in particolare a causa di problemi di misurazione stagionale: "Sicuramente non ha reso le cose più facili, ma più difficili".

(Tradotto da Laura Contemori, editing Francesca Piscioneri)