Elezioni, S&P: Con esito voto incerto a rischio riforme e crescita

Milano, 20 feb. (LaPresse) - Standard & Poor's afferma che "esiste il rischio che dopo le elezioni del 24 e 25 febbraio ci possa essere una perdita di slancio sulle importanti riforme strutturali per migliorare le prospettive di crescita italiana". A dirlo in un rapporto è l'analista dell'agenzia di rating, Moritz Kraemer, che sottolinea che "la storia italiana parla di governi di coalizione deboli e frammentate che aiutano a spiegare il suo elevato debito pubblico". Secondo Kraemer "l'attuazione di misure per incrementare le prospettive di crescita a medio termine dell'Italia dipende dalla forza del mandato del prossimo governo in entrambi i rami del Parlamento". L'analista afferma infine che "nonostante le riforme che il governo tecnocratico di Mario Monti ha introdotto lo scorso anno, vediamo che le prospettive di crescita dell'economia italiana rimangono vincolate dalla rigidità del mercato del lavoro, da un settore di servizi fortemente protetto e da un carico fiscale elevato su lavoro e industria".

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito