Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.950,74
    -149,88 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    33.926,01
    -127,93 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    12.006,96
    -193,86 (-1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.509,46
    +107,41 (+0,39%)
     
  • Petrolio

    73,23
    -2,65 (-3,49%)
     
  • BTC-EUR

    21.691,68
    -296,45 (-1,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    535,42
    -1,43 (-0,27%)
     
  • Oro

    1.865,90
    -50,40 (-2,63%)
     
  • EUR/USD

    1,0797
    -0,0114 (-1,05%)
     
  • S&P 500

    4.136,48
    -43,28 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    21.660,47
    -297,89 (-1,36%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.257,98
    +16,86 (+0,40%)
     
  • EUR/GBP

    0,8954
    +0,0038 (+0,43%)
     
  • EUR/CHF

    0,9993
    +0,0030 (+0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,4454
    -0,0067 (-0,46%)
     

Exor, liquidità per investimenti a 6,5 mld, punta a acquisizione grande società- AD

Il logo Exor

MILANO (Reuters) - Exor, la holding della famiglia Agnelli, ha in cassa circa 6,5 miliardi di euro disponibili per nuove acquisizioni.

Lo ha detto l'AD John Elkann spiegando che la società investirà circa 5 miliardi di euro in nuove aziende da acquistare, potenzialmente una grande e tra tre e cinque società più piccole, con particolare attenzione ai settori della salute, del lusso e della tecnologia.

Elkann ha però insistito sul fatto che Exor non è interessata a rilevare il gruppo del lusso Giorgio Armani.

"Giorgio Armani è un'azienda per la quale nutriamo un enorme rispetto", ha detto nel corso di una conference call con analisti e investitori. "Non c'è alcuna conversazione con la società Giorgio Armani né con Giorgio Armani stesso".

Elkann ha aggiunto che Exor utilizzerà circa 1,5 miliardi di euro di liquidità per investimenti attraverso i suoi veicoli Ventures e Lingotto.

L'anno scorso Exor aveva detto che la vendita della società di riassicurazione PartnerRE alla francese Covea, completata a luglio, avrebbe reso disponibili circa 9 miliardi di euro per nuovi investimenti.

Da allora, la società ha investito parte di questo denaro per acquistare partecipazioni nei gruppi sanitari Institut Merieux e Lifenet. Exor lo ha utilizzato anche per altro, come la riduzione del debito e il riacquisto di azioni.

(Giulio Piovaccari, in reazione Andrea Mandalà, editing Claudia Cristoferi)