Italia markets open in 2 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    31.490,07
    -1.164,52 (-3,57%)
     
  • Nasdaq

    11.418,15
    -566,37 (-4,73%)
     
  • Nikkei 225

    26.431,70
    -479,50 (-1,78%)
     
  • EUR/USD

    1,0503
    +0,0037 (+0,36%)
     
  • BTC-EUR

    27.732,38
    -891,69 (-3,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    648,86
    -21,82 (-3,25%)
     
  • HANG SENG

    20.179,30
    -464,98 (-2,25%)
     
  • S&P 500

    3.923,68
    -165,17 (-4,04%)
     

Ferrari spinge su elettrificazione con nuova ibrida 296 GTS

·2 minuto per la lettura
Ferrari presenta il modello 296 GTS, il quarto modello ibrido plug-in di serie della casa di Maranello

MILANO (Reuters) - Ferrari ha svelato oggi la 296 GTS, il suo quarto modello ibrido plug-in di serie, che permette alla società di compiere un ulteriore passo nella sua strategia di elettrificazione.

La nuova vettura segue i tre precedenti ibridi di Ferrari, la SF 90 Stradale del 2019, la sua versione decappottabile SF90 Spider del 2020 e la 296 GTB dello scorso anno.

La 296 GTS, versione spider con tettuccio retrattile rigido della 296 GTB, condivide con quest'ultima, una vettura da circa 300.000 euro, le stesse principali caratteristiche tecniche. Tra queste la motorizzazione V6 turbo accoppiata a un motore elettrico da 122 kW, per un totale di 830 cavalli, e 25 chilometri di autonomia full-electric.

La velocità massima supera i 330 chilometri orari, ha comunicato Ferrari. Le consegne inizieranno nel primo trimestre dell'anno prossimo, dall'Europa.

Alla domanda di Reuters sul prezzo del nuovo veicolo, la società ha risposto che verrà comunicato a tempo debito.

Fino a questo momento le auto da strada di Ferrari sono state alimentate principalmente da motori V8 o dai più potenti V12, anche se la società sta ora progressivamente riducendo la quota di vetture a 12 cilindri, altamente inquinanti, sul totale delle proprie vendite.

Un ulteriore nuovo modello Ferrari è annunciato per i prossimi mesi: si tratta dell'atteso Purosangue, il primo Suv di sempre della casa di Maranello, che la porterà a competere in un ricco segmento di mercato dove diretti rivali come Lamborghini, parte del gruppo Volkswagen, sono già presenti.

La settimana scorsa, l'AD Benedetto Vigna si è detto "certo" che il Purosangue andrà oltre le aspettative dei clienti Ferrari.

Vigna, un veterano dell'industria tech, ha preso le redini del cavallino rampante lo scorso settembre con il compito di traghettare il gruppo, sinonimo in tutto il mondo di ruggenti motori a combustione, nella nuova era della mobilità elettrica, più silenziosa e meno inquinante.

Come parte di tale strategia, Ferrari si è già impegnata a lanciare il suo primo modello totalmente elettrico nel 2025, mentre Vigna ha affermato che le partnership tecnologiche saranno fondamentali.

Ulteriori dettagli sul percorso di elettrificazione di Ferrari sono attesi per il 16 giugno, quando Vigna presenterà agli investitori il suo primo piano industriale da AD.

(Giulio Piovaccari, versione italiana Federico Maccioni, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli