Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.621,72
    -63,95 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,87 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,95 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.777,90
    -448,18 (-1,59%)
     
  • Petrolio

    80,34
    -0,88 (-1,08%)
     
  • BTC-EUR

    16.104,90
    -80,98 (-0,50%)
     
  • CMC Crypto 200

    404,33
    +2,91 (+0,72%)
     
  • Oro

    1.797,30
    -3,80 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    18.675,35
    -61,09 (-0,33%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.977,90
    -6,60 (-0,17%)
     
  • EUR/GBP

    0,8576
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9871
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4193
    +0,0068 (+0,48%)
     

Forex, dollaro ancora in calo dopo minute Fed

Banconote in dollari degli Stati Uniti d'America al Museo della Finanza americana di New York

(Reuters) - Il dollaro cede terreno penalizzato dalle minute dell'ultimo meeting Fed che lasciano intravedere un approccio più morbido nel percorso di rialzo dei tassi d'interesse negli Usa.

Dai resoconti del meeting di novembre è emerso che gli esponenti del board sono soddisfatti di poter procedere con rialzi dei tassi di minor entità, il che fa pensare a un ritocco del costo del denaro da 50 punti base a dicembre dopo quattro ritocchi consecutivi da 75 punti.

"La Fed sarà appagata da un rialzo da 50 punti a dicembre e da 25 punti a partire dal primo meeting del prossimo anno", ha detto Niels Christensen, analista capo di Nordea, sottolineando che l'istituto Usa sente ancora il bisogno di fare altro per far scendere l'inflazione.

"Fintanto che il mercato del lavoro sarà saturo, la Fed non avrà timori a proseguire con i rialzi", ha aggiunto Christensen.

(Sara Rossi, editing Claudia Cristoferi)