Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    47.810,09
    +1.436,74 (+3,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

Forex, indice su dollaro a minimo da fine marzo dopo dati inflazione Usa

·1 minuto per la lettura
Monete da una sterlina davanti a una banconota da 100 dollari

NEW YORK (Reuters) - Dopo un breve balzo al massimo di seduta, l'indice sul dollaro è scivolato al minimo di giornata e dal 23 marzo dopo la diffusione dei dati sull'inflazione Usa.

Relativi a marzo i prezzi al consumo statunitensi hanno registrato il maggior aumento in oltre otto anni e mezzo: l'indice è salito dello 0,6%, massimo da agosto 2012, dopo il +0,4% di febbraio.

L'incremento tuttavia non dovrebbe spingere la Federal Reserve a modificare il proprio impegno a mantenere i tassi di interesse vicino allo zero per i prossimi anni.

Dopo un massimo di seduta a 92,34, l'indice che monitora l'andamento della divisa Usa su un paniere di divise perde terreno portandosi al minimo dal 23 marzo a circa 91,94.

Subito dopo la diffusione dei dati anche i rendimenti dei Treasuries hanno mostrato un calo.