Italia markets open in 8 hours 39 minutes
  • Dow Jones

    29.490,89
    +765,38 (+2,66%)
     
  • Nasdaq

    10.815,43
    +239,82 (+2,27%)
     
  • Nikkei 225

    26.215,79
    +278,58 (+1,07%)
     
  • EUR/USD

    0,9831
    +0,0030 (+0,30%)
     
  • BTC-EUR

    19.912,57
    +203,92 (+1,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    444,05
    +8,70 (+2,00%)
     
  • HANG SENG

    17.079,51
    -143,32 (-0,83%)
     
  • S&P 500

    3.678,43
    +92,81 (+2,59%)
     

Grecia intende rimborsare anticipatamente prestiti bailout zona euro - fonti

Turisti passeggiano di fronte al Partenone sull'Acropoli

ATENE (Reuters) - La Grecia rimborserà prima del previsto 2,7 miliardi di euro di prestiti dovuti ai Paesi della zona euro nell'ambito del primo salvataggio ricevuto durante la sua decennale crisi del debito

Lo hanno riferito a Reuters alcuni funzionari del ministero delle Finanze.

La Grecia, il paese più indebitato della zona euro, è uscita dal suo terzo salvataggio internazionale nel 2018 e da allora si è rifinanziata esclusivamente sui mercati obbligazionari.

Si tratta della prima volta che la Grecia rimborsa il suo debito di salvataggio verso la zona euro prima del previsto. Questa operazione fa parte della sua strategia di rimbalzo, concepita da Atene per migliorare la sostenibilità del suo debito.

"Abbiamo in programma di rimborsare in anticipo 2,7 miliardi di euro di prestiti Glf (Greek loan facilities) con scadenza 2023", ha detto a Reuters un funzionario a condizione di anonimato, aggiungendo che il pagamento sarà effettuato entro la fine dell'anno.

"In questo modo renderemo più graduale il profilo delle scadenze del nostro debito e ridurremo il nostro fabbisogno di prestiti per il prossimo anno in un contesto di tassi di interesse in aumento", ha aggiunto il funzionario.

La zona euro e il Fondo Monetario Internazionale hanno prestato al paese oltre 260 miliardi di euro durante la crisi scoppiata alla fine del 2009, in cambio di dure misure di austerità in Grecia.

Atene ha ripagato il Fondo Monetario Internazionale, che le ha fornito 28 miliardi di euro tra il 2010 e il 2014, ad aprile, con due anni di anticipo rispetto ai tempi previsti e ha in programma una strategia simile con i prestiti di salvataggio della zona euro.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)