Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.927,41
    +217,77 (+1,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Greggio in calo, aumento scorte Usa alimenta timori eccedenza

·1 minuto per la lettura
Un giacimento petrolifero a Karnes County, in Texas, 18 maggio 2020
Un giacimento petrolifero a Karnes County, in Texas, 18 maggio 2020

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio ritracciano dai guadagni registrati ieri sulla scia dell'aumento delle scorte negli Stati Uniti e i nuovi casi di coronavirus in crescita negli Usa e in Europa, che alimentano i timori di un eccesso di offerta e di un indebolimento della domanda.

Alle 11,00 i futures sul Brent sono in calo di 1,27 dollari o del 3,1%, a 39,93 dollari al barile, dopo aver toccato quasi il +2% ieri. I futures sul greggio Usa cedono 1,50 dollari o il 3,8%, a 38,08 dollari al barile dopo un balzo del 2,6% ieri.

La scorsa settimana le scorte di petrolio e benzina sono aumentate, come mostrano i dati diffusi dall'Api, con le riserve di petrolio greggio in aumento di 4,6 milioni di barili a 495,2 milioni di barili, ben al di sopra delle attese degli analisti intervistati da Reuters di un incremento pari a 1,2 milioni di barili.

Stati Uniti, Russia, Francia e altri Paesi hanno registrato un numero record di casi di Covid-19 negli ultimi giorni e i governi europei hanno introdotto nuove restrizioni per tentare di tenere a freno i nuovi focolai in continua crescita.

I mercati del petrolio sono sotto pressione anche a causa del ripristino della produzione in Libia che, secondo le attese, tornerà a produrre 1 milione di barili al giorno nelle prossime settimane.

Notizie positive per i prezzi del petrolio arrivano dalla Cina, dove il consumo interno di carburanti per l'aviazione è rimbalzato vicino ai livelli pre-pandemia a settembre grazie a una rapida ripresa del traffico passeggeri e del trasporto merci, secondo quanto comunicato da fonti del settore.