Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,71 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,85 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,42
    -0,08 (-0,12%)
     
  • BTC-EUR

    47.627,64
    -3.126,36 (-6,16%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.368,93
    -72,83 (-5,05%)
     
  • Oro

    1.785,50
    +22,80 (+1,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1312
    +0,0006 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8545
    +0,0051 (+0,60%)
     
  • EUR/CHF

    1,0382
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,4533
    +0,0061 (+0,42%)
     

Greggio in calo su possibile intervento Cina per alleviare carenza carbone

·2 minuto per la lettura
Piattaforme offshore nel Golfo del Messico vicino Port Fourchon, Louisiana

di Ahmad Ghaddar

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in calo dopo che il governo cinese ha aumentato gli sforzi per limitare le quotazioni record del carbone e assicurare che le miniere possano operare a piena capacità.

Alle 12,40 i futures sul Brent cedono 91 centesimi, o l'1,1%, a 84,17 dollari al barile, in calo rispetto ai 75 centesimi registrati ieri, ma scambiando comunque vicino ai massimi di diversi anni.

I futures sul greggio Usa per il contratto di novembre, in scadenza oggi, perdono 92 centesimi, o l'1,1%, a 82,04 dollari al barile. Il contratto più attivo del mese d dicembre cede 95 centesimi, o l'1,2%, a 81,49 dollari a barile.

La National Development and Reform Commission cinese ha annunciato che riporterà i prezzi del petrolio in un range ragionevole e che userà il pugno di ferro contro qualsiasi irregolarità che disturbi l'ordinato funzionamento del mercato e le speculazioni sui futures del carbone termico.

Più in generale i mercati del petrolio continuano a essere sostenuti dalla scarsa disponibilità di gas e carbone, che ha portato a preferire diesel e carburante per generare energia.

Il mercato subisce al contempo le pressioni dei dati diffusi dall' American Petroleum Institute, dai quali è emerso che le scorte di greggio Usa sono salite di 3,3 milioni di barili nella settimana terminata il 15 ottobre, secondo fonti di mercato.[API/S]

Si tratta di una cifra ben al di sopra delle previsioni di nove analisti intervistati da Reuters, che avevano stimato un aumento delle riserve pari a 1,9 milioni di barili.

Tuttavia le riserve di benzina e distillati, che includono diesel, gasolio da riscaldamento e carboturbo, sono scese ben oltre le attese degli analisti, segnale di una solida domanda.

I dati a cura della Energy Information Administration (Eia) sono attesi in giornata.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli