Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.970,55
    -211,55 (-0,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Greggio, prezzi calano in vista riunione Opec+

Una miniatura di una pompa petrolifera davanti al logo Opec

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio perdono terreno in vista di una riunione dell'Opec+ in cui si prevede che i produttori mantengano l'offerta stabile con una capacità di riserva limitata e sullo sfondo dei timori che un rallentamento della crescita globale possa colpire la domanda di carburante.

Intorno alle 10,50 i futures sul Brent sono in calo di 0,98 dollari, o dello 0,97%, a 99,55 dollari al barile. I futures sul greggio West Texas Intermediate (Wti) sono in ribasso di 0,90 dollari, o dello 0,95%, a 93,55 dollari al barile.

Il premio per la scadenza più immediata dei futures sul Brent rispetto ai barili che verranno consegnati tra sei mesi è ai minimi da tre mesi, il che indica che i timori per l'attuale scarsità di offerta si stanno attenuando.

I ministri dei paesi membri dell'Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e degli alleati, tra cui la Russia, si riuniranno oggi a partire dalle 13,30 italiane.

Fonti dell'Opec+ hanno detto a Reuters la scorsa settimana che il gruppo probabilmente manterrà invariata la produzione a settembre o la aumenterà leggermente.

L'Arabia Saudita potrebbe essere riluttante ad aumentare la produzione a spese della Russia, suo partner Opec+, colpita da sanzioni a causa del conflitto in Ucraina.

Prima della riunione, l'Opec+ ha ridotto di 200.000 barili al giorno la previsione di un surplus del mercato petrolifero quest'anno, portandola a 800.000 barili al giorno, secondo quanto riferito a Reuters da tre delegati.

Nel frattempo, i dati dell'American Petroleum Institute hanno mostrato che le scorte di greggio degli Stati Uniti sono aumentate di circa 2,2 milioni di barili nella settimana conclusasi il 29 luglio, mentre le riserve di benzina sono diminuite di 200.000 barili e quelle di distillati di circa 350.000 barili.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli