Italia Markets open in 1 hr 30 mins

I migliori titoli a dividendo per il 2018 secondo gli analisti

Paolo Crociato
 

L'anno 2017 appena concluso ha confermato il trend di crescita della rendita da dividendi generata dai nostri portafogli. In particolare, per il portafoglio Top Analisti, abbiamo incassato un totale di 265 cedole, per un ammontare complessivo di 52.169 dollari, in costante aumento dai 28.771 dollari incassati nel 2010. Negli ultimi 7 anni la rendita complessiva generata dal nostro portafoglio è cresciuta del 81%, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento sui prezzi di carico (yield on cost) è attestato ora al 7,5% annuo e al 3,5% sulle attuali quotazioni di borsa. E' interessante notare che da gennaio 2010 ad oggi i dividendi percepiti dal portafoglio Top Analisti hanno contribuito per il 42% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. Per raggiungere questi obiettivi, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo, sfruttando il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Qualora la tendenza di crescita della rendita cumulativa ottenuta dal portafoglio dovesse proseguire con lo stesso trend registrato negli ultimi 7 anni, potremmo raggiungere l'obiettivo di una rendita su prezzi di costo vicina al 10% annuo tra il 2020 e il 2021. Per il portafoglio ETF Italia, abbiamo incassato un totale di 64 cedole, per un ammontare complessivo netto di 3.696 euro. Per il portafoglio Top Dividend, abbiamo incassato un totale di 48 cedole, per un ammontare complessivo netto di 3.538 euro.

Come da tradizione, il primo report del nuovo anno è dedicato ad una analisi più approfondita su cinque titoli Top che fanno attualmente parte dei portafogli dei grandi investitori ed analisti internazionali, e che sono considerati come titoli ad elevato potenziale per il 2018. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.

Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Cinque titoli TOP ad elevato potenziale e dividendi in crescita per il 2018

Per arrivare alla lista delle cinque società leader per il 2018 siamo partiti da un lungo elenco di candidati, inserendo nella nostra ricerca cinque rigidi criteri di selezione ed identificando solamente quelle realtà in grado di superare i parametri richiesti. Ecco in sintesi i criteri applicati:

  • Parametro 1 - Capitalizzazione di borsa superiore a 10 miliardi di dollari - Con questo parametro intendiamo selezionare aziende di grandi dimensioni e scambi giornalieri elevati.
  • Parametro 2 - Dividendo attuale superiore al dividendo medio dell'indice S&P500, attualmente pari al 1,9%. Con questo parametro abbiamo voluto selezionare solo i titoli con rendimento cedolare superiore alla media di mercato.
  • Parametro 3 - Crescita progressiva del dividendo negli ultimi anni indipendentemente dall'andamento del ciclo economico.
  • Parametro 4 - Rating BUY e/o presenza nei portafogli dei grandi analisti e investitori internazionali.
  • Parametro 5 - Payout inferiore a 1. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro.

Dopo l'applicazione di questi parametri, abbiamo ottenuto la nostra lista delle cinque società leader per il nuovo anno. Vediamo ora nel dettaglio la nuova BUY list per il 2018, con le percentuali di portafoglio suggerite per ciascun titolo, ordinate in modo decrescente per dividendo.

Titolo 1 - Starbucks Corporation (Sao Paolo: SBUB34.SA - notizie) , quotata sul Nasdaq (Francoforte: 813516 - notizie) con simbolo SBUX e codice Isin US8552441094. La società distribuisce un dividendo del 2,1% annuo con 8 anni consecutivi di crescite. Negli ultimi 5 anni il dividendo è cresciuto ad un tasso del 24,9% annuo composto. Dal 1992 ad oggi il titolo vanta una performance record in borsa pari a +16371%. Nonostante i brillanti risultati di lungo termine, il titolo quota attualmente ad un livello inferiore del 10,5% rispetto ai massimi di maggio 2017. Fondata nel 1971 ed oltre 250.000 dipendenti, questa azienda è leader mondiale nella torrefazione e distribuzione di caffè di qualità, con una rete di oltre 25.000 caffetterie in tutto il mondo. I suoi punti vendita sono diventati nell'immaginario collettivo le mete ideali per una pausa o per un incontro e offrono un servizio breakfast completo, con una ampia gamma di bevande a base di caffè, the e succhi di frutta, prodotti alimentari freschi, pasticcini, snacks, e tramezzini. Il management ha piani ambiziosi di crescita, con un obiettivo di 37.000 punti vendita nel mondo e ricavi per 35 miliardi entro il 2021, con forti incrementi in Cina e nei paesi emergenti. Abbiamo iniziato da poco una nuova posizione su questa società, con un controvalore complessivo pari a 74 azioni, per una quota pari al 0,3% del portafoglio, con l'obiettivo di incrementare ulteriormente nei prossimi mesi.

Titolo 2 - Questa società distribuisce un dividendo del 3% annuo con 61 anni consecutivi di crescite. Negli ultimi 10 anni il dividendo è cresciuto ad un tasso del 8,2% annuo composto. Dal 1972 ad oggi il titolo vanta una performance record in borsa pari a +3084%. Fondata nel 1837, l’azienda distribuisce ogni giorno i propri prodotti a 4,8 miliardi di clienti in tutto il mondo, con una particolare attenzione ai mercati emergenti e alle nuove aree a più forte crescita. Il 65% dei ricavi proviene attualmente da paesi diversi dagli Usa, di cui oltre il 40% deriva dai nuovi paesi emergenti. L’azienda vanta numeri da record, con ben 25 marchi che fatturano ciascuno oltre 1 miliardo di dollari, con una aggressiva politica di marketing globale che sta permettendo di conquistare quote crescenti di mercato dai diretti concorrenti. Con una organizzazione commerciale composta da oltre 95.000 dipendenti ed una presenza attiva in 180 paesi, nell’ultimo esercizio la società ha messo a segno risultati record, con ricavi per 65 miliardi di dollari. La società prevede di remunerare gli azionisti per complessivi 70 miliardi di dollari entro il 2019 tra dividendi e buy back di azioni. Attualmente, abbiamo destinato a questa società, un controvalore complessivo pari a 504 azioni, per una quota pari al 3,1% del portafoglio.

Titolo 3 - Questa società distribuisce un dividendo del 2,3% annuo con 40 anni consecutivi di crescite. Negli ultimi 10 anni il dividendo è cresciuto ad un tasso del 14,7% annuo composto. Dal 1972 ad oggi il titolo vanta una performance record in borsa pari a +23022%. Nonostante i brillanti risultati di lungo termine, il titolo quota attualmente ad un livello inferiore del 8,2% rispetto ai massimi di giugno 2017. Fondata nel 1949 e oltre 100.000 dipendenti, questa azienda produce e distribuisce in 160 paesi del mondo sistemi diagnostici e terapeutici per la stimolazione antibradicardica, per la gestione delle tachiaritmie, nonché per la prevenzione ed il trattamento degli scompensi cardiaci, tra i quali pacemaker, registratori ECG impiantabili e defibrillatori. La società è inoltre leader per attrezzature e tecnologie mediche per la cura del diabete. La società collabora da anni con la classe medica e rende disponibili soluzioni e terapie che aiutano milioni di persone in tutto il mondo a ritrovare la propria vita con una migliore qualità e aspettativa. L’azienda è presente anche in Italia dal 1976 con oltre 2000 dipendenti. Attualmente, abbiamo destinato a questa società, un controvalore complessivo pari a 490 azioni, per una quota pari al 2,7% del portafoglio.

Titolo 4 - Questa società distribuisce un dividendo del 2,7% annuo. Negli ultimi 10 anni il dividendo è cresciuto ad un tasso del 4,7% annuo composto. Dal 1972 ad oggi il titolo vanta una performance record in borsa pari a +5007%. Nonostante i brillanti risultati di lungo termine, il titolo quota attualmente ad un livello inferiore del 6,6% rispetto ai massimi di luglio 2017. Fondata nel 1885 e oltre 160.000 dipendenti, la società distribuisce alcuni dei marchi più conosciuti della grande distribuzione a livello internazionale ed è un leader sugli scaffali di tutti i principali supermercati a livello mondiale. L'azienda opera attraverso diversi segmenti operativi tra cui prodotti per la pelle, deodoranti prodotti per l'igiene orale, zuppe, brodi, salse, snacks, maionese, condimenti per insalate e margarine, gelati, bevande a base di tè, Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online