Italia Markets closed

La storia dello stagista che ha creato il Solitario di Windows

Solitario

Agli albori dell’era commerciale dei personal computer e nei primi giorni di esistenza del world wide web come lo conosciamo oggi, un ottimo modo per perdere tempo davanti allo schermo era giocare alle carte. Per chi utilizzava Microsoft Windows, parliamo di Solitario, FreeCell, Hearts, Spider: giochi che ancora oggi non hanno nulla da invidiare ai vari FIFA, Call Of Duty e Minecraft…

Stiamo scherzando, ovviamente: il mondo dei videogiochi si è evoluto in modo pazzesco nel corso degli anni e i giochi di carte di Windows fanno parte della preistoria del settore. Il modo in cui sono stati creati all’epoca è però piuttosto interessante.

Guarda anche: Social Network, dalla foto profile si capisce chi sei

Wes Cherry, il creatore del Solitario, era uno stagista quando si mise dietro a questo progetto che non era parte preponderante del suo piano di lavoro. Era il 1988: Wes sviluppò il gioco durante le poche ore di tempo libero che trovò all’epoca. Microsoft lo presentò anche come un utile modalità per imparare a usare il mouse… E Bill Gates, alla fine della sua prima partita, disse: è un gioco troppo difficile.

Wes Cherry, il creatore del Solitario di Windows

Quando il Solitario di Windows uscì nel 1990 ci fu una piccola recessione economica globale…“, dice sorridendo Cherry. Già: il gioco era così coinvolgente che spesso veniva giocato in ufficio. Se il capo era nei dintorni, bisognava stare attenti a non farsi beccare… Ora Wes ha cambiato totalmente lavoro: è un produttore di sidro di mele. Già: non avendo il copyright sulla creazione del Solitario, non ha mai potuto guadagnarci nemmeno un penny. I ragazzi di Great Big Story lo hanno intervistatato a casa sua, vicino ai meleti con i quali si guadagna da vivere.

Il risultato di questo sforzo apparentemente non titanico nel creare un programma nei ritagli di tempo? Un gioco che è diventato un simbolo insieme a Campo Minato (o fiorito), Spider, FreeCell e Hearts.

La vittoria e il soddisfacentissimo premio finale