Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    50.678,58
    -1.207,68 (-2,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Investire in High Yield Bond Fund degli USA, ora è il momento

Fabio Carbone
·3 minuto per la lettura

L’inflazione minaccia i rendimenti degli investimenti e i tassi di interesse sono in aumento dopo aver toccato i minimi storici. Per difendersi, una delle strategie di medio rischio potrebbe riguardare gli US High Yield Bond Fund, fondi obbligazionari con rating ‘B’ o ‘BB’.

Il segmento dei fondi obbligazionari statunitensi high yield, secondo gli analisti di T. Rowe Price contattati da MilanoFinanza, presentano una condizione di rendimenti attraenti perché più elevati rispetto agli investment grade e una minore sensibilità ai cambiamenti dei tassi di interesse.

Questa analisi fa notare che a fine febbraio l’indice Bloomberg Barclays US High Yield rendeva il +4,9%, rispetto al +2,1% dell’indice Bloomberg Barclays US Corporate Investment Grade.

High Yield Bond Fund USA meno esposti

Secondo l’analista di T. Rowe Price il mercato degli high yield statunitense è meno esposto al rischio che i tassi di interesse aumentino spinti su dall’inflazione. Prospettiva quest’ultima che appare sempre più come possibile dal momento che le campagne vaccinali proseguono e alcune economie di peso hanno già programmato le riaperture delle rispettive economie. Le persone torneranno a spendere e spenderanno anche quel che non hanno potuto in questi mesi.

L’analisi fa notare che l’indice Bloomberg Barclays US Corporate Investment Grade ha una durata di 8,6 anni (a fine febbraio), contro i 3,8 anni dell’indice Bloomberg Barclays US High Yield.

Il primo, in caso di aumento del tasso di interesse dell’1%, crollerebbe dell’8,6%, mentre il secondo del 3,8%, garantendo quindi una maggiore protezione del capitale investito.

Le attese

T. Rowe Price, come riporta MilanoFinanza, si attende che i fondamentali dei maggiori emittenti di high yield possano migliorare con la riapertura delle economie e la conseguente espansione.

Inoltre si attendono ulteriori stimoli fiscali che non farebbero altro che rafforzare il trend sugli High Yield Bond Fund.

Altro aspetto interessante che si fa notare nell’analisi, riguarda i potenziali high yield che, dopo un 2020 di declassamento, potrebbero tornare nel segmento corporate investment grade.

Si potrebbe quindi configurare per l’investitore l’opportunità di approfittare di un potenziale trend in crescita che garantisce maggior rendimento e minori rischi, e al contempo l’opportunità di mettere in portafoglio quei bond high yield statunitensi pronti a ricevere un rating qualitativamente migliore.

Alcuni indici high yield da monitorare

Proponiamo di seguito alcuni indici high yield che monitorano il segmento nel mercato statunitense e/o in valuta dollaro.

Per conoscere tutti gli eventi economici del giorno e della settimana in Italia e all’estero, leggi il nostro Calendario Economico completo con tutti gli eventi in programma.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: