Italia markets close in 12 minutes
  • FTSE MIB

    24.478,51
    -240,30 (-0,97%)
     
  • Dow Jones

    34.095,40
    -251,63 (-0,73%)
     
  • Nasdaq

    11.137,77
    -88,59 (-0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.162,83
    -120,20 (-0,42%)
     
  • Petrolio

    75,78
    -0,50 (-0,66%)
     
  • BTC-EUR

    15.499,99
    -567,22 (-3,53%)
     
  • CMC Crypto 200

    377,20
    -3,09 (-0,81%)
     
  • Oro

    1.742,00
    -12,00 (-0,68%)
     
  • EUR/USD

    1,0392
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • S&P 500

    3.991,72
    -34,40 (-0,85%)
     
  • HANG SENG

    17.297,94
    -275,64 (-1,57%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.940,66
    -21,75 (-0,55%)
     
  • EUR/GBP

    0,8635
    +0,0039 (+0,46%)
     
  • EUR/CHF

    0,9822
    -0,0014 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3960
    +0,0055 (+0,39%)
     

Italia valuta richiesta deroga a embargo petrolio russo per salvare Isab

Impianto Isab, la raffineria di petrolio di proprietà di Lukoil, a Priolo Gargallo, in provincia di Siracusa

ROMA (Reuters) - L'Italia sta valutando diverse opzioni per salvare la raffineria di proprietà di Lukoil in Sicilia, compresa la richiesta all'Ue di una deroga temporanea dell'embargo sul petrolio russo.

Lo ha detto il ministro dell'Industria Adolfo Urso.

Sul tavolo c'è anche un intervento diretto del governo sull'impianto, ha detto Urso dopo aver incontrato i rappresentanti della raffineria e i sindacati.

Il ministro ha detto che ci sarà un "ulteriore confronto con il sistema bancario per capire se, per esempio innalzando il livello di copertura Sace, le banche sono disponibili a realizzare il finanziamento" a Isab.

(Angelo Amante, in redazione Antonella Cinelli, editing Federico Maccioni)