Italia markets close in 4 hours 18 minutes
  • FTSE MIB

    26.917,33
    +111,14 (+0,41%)
     
  • Dow Jones

    35.490,69
    -266,19 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    15.235,84
    +0,12 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    81,23
    -1,43 (-1,73%)
     
  • BTC-EUR

    52.550,40
    +1.254,40 (+2,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.467,94
    -6,39 (-0,43%)
     
  • Oro

    1.801,70
    +2,90 (+0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1613
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.551,68
    -23,11 (-0,51%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.231,02
    +10,14 (+0,24%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,0658
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4341
    +0,0000 (+0,00%)
     

L’Euro Dollaro Affronta il Primo Ostacolo, il Supporto 1,1600

·2 minuto per la lettura

L’euro è scambiato leggermente in rialzo rispetto al dollaro USA all’inizio della settimana con il prezzo dell’euro dollaro che tenta di interrompere una serie di perdite di quattro settimane consecutive. Il fiber viene scambiato intorno al supporto critico 1,16, monitorato da diversi mesi e l’attenzione ora si concentra sul possibile rialzo del prezzo portandosi al di fuori di questa zona.

Come anticipato, il fiber ha iniziato il mese in modo ottimista e lunedì 4 ottobre ha raggiunto nuovi massimi intorno a 1,1640, sempre sulla scia della rinnovata propensione alle vendite del dollaro. La mossa non tuttavia ha avuto seguito, innescando di conseguenza un lato correttivo. Come al solito, le dinamiche del dollaro, gli attacchi occasionali di avversione al rischio e l’aumento dei rendimenti statunitensi continuano a tenere sotto esame la coppia, mentre la ripresa dell’inflazione nell’eurozona ha iniziato a sollevare qualche perplessità tra alcuni membri della BCE. Nella regione dell’euro, la probabile perdita di slancio nella ripresa economica, a causa di una certa debolezza osservata nei fondamentali chiave, può limitare il potenziale di rialzo della coppia.

L’euro dollaro tra stagionalità e le ultime vicende macroeconomiche

Ottobre è un mese molto ribassista per il fiber dal punto di vista della stagionalità. Negli ultimi 5 anni, è stato il secondo peggior mese dell’anno per la coppia, con una perdita media dello 0,90%. Negli ultimi 10 anni, è stato il quinto peggiore dell’anno, con una perdita media dello 0,22%.

Dal punto di vista del calendario economico, nonostante l’ultimo PMI manifatturiero tedesco è arrivato a 56,2 (da 60,8) e l’indice dei direttori agli acquisti del settore servizi è sceso a 56,4, sempre nell’area dell’euro, i prezzi alla produzione si sono posizionati all’1,1% su base mensile ad agosto e del 13,4% negli ultimi dodici mesi.

Si notifica che alle 17.00 la presidente della BCE Christine Lagarde parlerà a Francoforte.

Dall’altra parte dell’Atlantico, l’ISM non manifatturiero sarà al centro della scena, insieme all’indice IBD/TIPP, i risultati della bilancia commerciale e il PMI dei servizi di Markit.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Al momento della scrittura il fiber quota intorno al prezzo psicologico 1,1600, esattamente a 1,1597. Come evidente nel grafico seguente, il supporto può essere un punto di svolta rialzista ma occorre attendere una chiusura settimanale al di sopra di 1,16.

Il target del rialzo è posizionato in area 1,1695/1,1700 e una violazione/chiusura al di sopra di questa zona di prezzo potrebbe dare il là ad un rialzo di medio termine con primo obiettivo a 1,1830.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli