Italia markets open in 8 hours 50 minutes
  • Dow Jones

    32.803,47
    +76,67 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    12.657,55
    -63,04 (-0,50%)
     
  • Nikkei 225

    28.175,87
    +243,67 (+0,87%)
     
  • EUR/USD

    1,0175
    -0,0075 (-0,73%)
     
  • BTC-EUR

    22.888,08
    -62,31 (-0,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    533,20
    -2,02 (-0,38%)
     
  • HANG SENG

    20.201,94
    +27,94 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    4.145,19
    -6,75 (-0,16%)
     

L’Euro Dollaro Rimane Bloccato Sopra la Parità in Attesa dei Dati USA

Il prezzo dell’euro dollaro rimane ancora ancorato nei pressi della parità nonostante un primo timido approccio rialzista e superando provvisoriamente la micro-resistenza 1,0100 nella giornata di mercoledì. Il fiber cerca di mantenersi al di sopra della parità di cambio, ma sembra sempre più probabile una netta violazione al ribasso per l’ampliamento delle divergenze politiche tra la FED e la BCE.

Gli ultimi dati sull’inflazione hanno rivelato l’ennesimo record, con l’indice dei prezzi al consumo (IPC) è salito al 9,1% per il mese di giugno, superando ampiamente le previsioni degli analisti che vedevano l’inflazione all’8,8%. Commentando questi dati, il presidente della FED ha dichiarato a Bloomberg che il raggiungimento di questo livello di inflazione nonostante i recenti rialzi dei tassi è preoccupante e ha aggiunto che probabilmente è sulla scrivania un aumento di addirittura di 100 punti base (ossia dell’1%, probabilità dell’80%) alla prossima riunione del FOMC.

Non una bella notizia per i rialzisti dell’euro dollaro.

Si avvicina il 21 luglio, data del primo aumento dei tassi dell’Eurozona

Si sta avvicinando sempre di più il giorno in cui la BCE alzerà dopo oltre 10 anni i tassi di interesse. Entro settembre il mercato prezza un rialzo totale di 95 punti base (0,95%) della BCE, rispetto agli 84 punti base (0,84%) di lunedì. Tuttavia, nonostante questo sviluppo positivo, è molto chiaro che la BCE rimane ancora molto indietro rispetto le Banche colleghe. Si pensi, ad esempio, che mercoledì la Banca Centrale canadese ha aumentato il tasso di riferimento di 100 punti base (in un solo incontro).

Dal punto di vista del calendario economico, gli investitori del fiber hanno appena visto gli unici dati degni di nota della giornata odierna: le richieste iniziali di sussidio di disoccupazione iniziale e l’Indice dei prezzi alla produzione (IPP). Sulla prima il rapporto ha mostrato un dato negativo, al di sopra delle aspettative (244K vs 235K) mentre riguardo l’IPP si riporta un miglioramento rispetto alle attese (1,1% vs 0,8%).

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Dal punto di vista tecnico, il quadro generale del fiber rimane ribassista. I ribassisti si aspettano a breve un break-out del minimo 0,9998 per estendere i propri guadagni e cercare di raggiungere il prossimo target di breve termine rappresentato dal micro-supporto 0,9950.

Nel medio termine, diversi analisti vedono come target il supporto 0,9900 mentre secondo le Onde di Elliott non bisogna sottovalutare un raggiungimento di 0,9851.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli