Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.717,09
    -260,99 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    11.393,81
    -227,90 (-1,96%)
     
  • Nikkei 225

    27.433,40
    +50,84 (+0,19%)
     
  • EUR/USD

    1,0857
    -0,0018 (-0,16%)
     
  • BTC-EUR

    20.999,86
    -1.064,97 (-4,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    515,61
    -22,26 (-4,14%)
     
  • HANG SENG

    22.069,73
    -619,17 (-2,73%)
     
  • S&P 500

    4.017,77
    -52,79 (-1,30%)
     

Lavazza presenta offerta per rilevare 100% francese MaxiCoffee

Pacchi di caffé Lavazza ad un supermercato Carrefour a Bruxelles

MILANO (Reuters) - Il gruppo Lavazza ha presentato un'offerta per l'acquisizione del 100% del capitale della società francese MaxiCoffee, attiva nel settore del caffè.

E' quanto si legge in una nota congiunta che non dà i dettagli finanziari dell'operazione.

Il capitale di MaxiCoffee è oggi detenuto dal fondatore Christophe Brancato, da 21 Invest e da altri azionisti di minoranza.

A seguito dell'acquisizione, il gruppo Lavazza diventerà azionista di maggioranza e Christophe Brancato reinvestirà nel capitale di MaxiCoffee con una quota di partecipazione minoritaria e manterrà la carica di presidente, spiega il comunicato.

L'attività del Gruppo Maxicoffee si rivolge sia a clienti privati che ad attività commerciali attraverso la sua piattaforma e-commerce, una rete di 60 punti commerciali presenti in tutta la Francia, la sua École du Café e i suoi 'Concept Store'. MaxiCoffee offre una varietà di 8.000 prodotti tra più di 350 marchi differenti di caffè (in grani, macinato e in capsule) e un'ampia gamma di macchine da caffè espresso, caffettiere, macinacaffè e accessori.

"L'acquisizione di MaxiCoffee ci consentirà di consolidare il nostro posizionamento in Francia, da sempre un mercato chiave per il gruppo, e di rafforzare la nostra presenza nell'e-commerce accrescendo il presidio nel mercato B2C/consumer", dice nella nota il Ceo di Lavazza Antonio Baravalle.

L'operazione è soggetta alla preventiva procedura di informazione e consultazione del Comitato economico e sociale delle società del gruppo MaxiCoffee e, successivamente, sarà sottoposta all'approvazione della Direzione generale per la concorrenza, i consumatori e il controllo delle frodi (Dgccrf).

(Sabina Suzzi, editing Claudia Cristoferi)