Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.769,34
    -815,54 (-2,36%)
     
  • Nasdaq

    14.621,66
    -422,30 (-2,81%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1729
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    37.441,70
    -3.440,05 (-8,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.099,70
    -34,69 (-3,06%)
     
  • HANG SENG

    24.099,14
    -821,62 (-3,30%)
     
  • S&P 500

    4.327,68
    -105,31 (-2,38%)
     

Meteo: in arrivo l'ondata di caldo più forte del 2021

·1 minuto per la lettura
Tourists drink and fill their bottle from a public fountain to refresh themselves during an unusually early summer heatwave on June 24, 2019 in Rome. - Fans flew off store shelves and public fountains offered relief from the heat as temperatures soared in Europe on June 24, with officials urging vigilance ahead of even hotter conditions forecast later in the week. Meteorologists blamed a blast of torrid air from the Sahara for the unusually early summer heatwave, which could send thermometers up to 40 degrees Celsius (104 Fahrenheit) across large swathes of the continent. (Photo by Alberto PIZZOLI / AFP)        (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images) (Photo: ALBERTO PIZZOLI via Getty Images)
Tourists drink and fill their bottle from a public fountain to refresh themselves during an unusually early summer heatwave on June 24, 2019 in Rome. - Fans flew off store shelves and public fountains offered relief from the heat as temperatures soared in Europe on June 24, with officials urging vigilance ahead of even hotter conditions forecast later in the week. Meteorologists blamed a blast of torrid air from the Sahara for the unusually early summer heatwave, which could send thermometers up to 40 degrees Celsius (104 Fahrenheit) across large swathes of the continent. (Photo by Alberto PIZZOLI / AFP) (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images) (Photo: ALBERTO PIZZOLI via Getty Images)

Mercoledì 28 luglio il nostro Paese sarà caratterizzato da una forte ondata di caldo, di nuovo in intensificazione. Il mese di luglio si chiuderà con un caldo bollente a causa dell’anticiclone africano che si espanderà su tutto il Paese, alimentato da bollenti aliti provenienti direttamente dai deserti sahariani. Fino a mercoledì la nostra penisola sarà ancora spaccata in due: forti temporali al Nord, dominio anticiclonico al Sud.

Martedì 27 l’instabilità temporalesca interesserà i comparti alpini, quelli prealpini e le pianure, specialmente quelle piemontesi, lombarde, quelle più settentrionali emiliane, fino a gran parte di quelle del Triveneto entro sera. Su questi settori non sono esclusi fenomeni anche molto forti, come grandinate e colpi di vento. Al Centro-Sud invece il tempo risulterà più stabile, soleggiato e molto caldo.

Nella giornata di mercoledì 28 qualche residuo temporale bagnerà ancora alcuni angoli del Nord, ma da giovedì e fino a tutto il prossimo weekend masse d’aria bollenti faranno lievitare le colonnine di mercurio su tutta Italia. Nuovi record di caldo saranno raggiunti su molti settori del Sud, dove si attendono picchi addirittura oltre i 44/45°C. Questa sarà probabilmente la più forte ondata di calore dell’estate, con riferimento soprattutto alla durata temporale, specie al Sud, dove da settimane il caldo non molla la presa.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli