Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • Dow Jones

    39.872,99
    +66,22 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    16.832,62
    +37,75 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    38.946,93
    -122,75 (-0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0858
    -0,0004 (-0,0326%)
     
  • BTC-EUR

    64.110,89
    -58,30 (-0,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.509,47
    +20,93 (+1,41%)
     
  • HANG SENG

    19.220,62
    -415,60 (-2,12%)
     
  • S&P 500

    5.321,41
    +13,28 (+0,25%)
     

Borsa Usa, futures incerti, Meta Platforms pesa su megacap

Wall Street chiude in leggero ribasso, chiudendo un anno da record

(Reuters) - I futures sugli indici azionari statunitensi subiscono una flessione, con la maggior parte dei titoli growth delle megacap in calo dopo i risultati trimestrali negativi di Meta Platforms, in attesa di ulteriori dati economici che potrebbero influenzare la politica monetaria della Federal Reserve.

Intorno alle 12,30 italiane, i futures sul Dow sono in calo di 149 punti, pari allo 0,4%, quelli sull'S&P 500 perdono 30,5 punti, pari allo 0,6%, e quelli sul Nasdaq 100 sono in calo di 162,5 punti, pari allo 0,9%.

Meta crolla del 13,29% nelle contrattazioni premarket dopo che la società madre di Facebook ha previsto un aumento delle spese e un calo dei ricavi rispetto alle attese, sollevando il timore che i crescenti costi legati all'intelligenza artificiale (IA) superino i benefici.

Le aziende di social media come Snap e Pinterest scivolano rispettivamente del 5,05% e del 4,26%.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Anche altri titoli growth perdono terreno, con Alphabet, Amazon.com e Microsoft in calo tra l'1,7% e il 2,7%.

"Questi risultati sono stati un test per vedere se le grandi aziende tech che implementano la tecnologia IA, piuttosto che produrre l'hardware, possono generare ricavi dall'IA. Su questo fronte, gli utili di Meta sono stati una delusione", ha detto in una nota Kathleen Brooks, research director di Xtb.

Alphabet, Microsoft e Intel dovrebbero comunicare i risultati trimestrali oggi dopo la chiusura dei mercati.

Anche i risultati negativi di altri titoli tech hanno pesato sull'azionario. International Business Machines perde il 9% dopo che l'azienda ha detto che acquisterà HASHICORP in un'operazione valutata 6,4 miliardi di dollari, e che i ricavi del primo trimestre sono stati inferiori alle stime.

ServiceNow perde il 4,5% dopo che la società di workflow digitale ha previsto ricavi da abbonamenti per il secondo trimestre inferiori alle aspettative del mercato.

Caterpillar, American Airlines e Bristol-Myers Squibb dovrebbero presentare i risultati prima dell'apertura del mercato.

Con la stagione delle trimestrali in pieno svolgimento, gli utili adjusted per il primo trimestre dovrebbero crescere del 6,4% su base annua, secondo i dati Lseg.

Recentemente, le crescenti tensioni in Medio Oriente e le mutevoli attese sul taglio dei tassi di interesse da parte della Fed hanno messo sotto pressione l'azionario, con i mercati che attendono per domani l'indice Pce (Personal consumption expenditures), l'indicatore dell'inflazione preferito dalla banca centrale statunitense, per verificare la tempistica del taglio dei tassi.

Secondo i dati Lseg, i mercati monetari prevedono solo 42 punti base (bps) di tagli dei tassi da parte della Fed quest'anno, in calo rispetto ai 150 bps di inizio anno.

In giornata, i mercati osserveranno i dati relativi al Pil del primo trimestre e i dati settimanali sulle richieste di sussidio di disoccupazione, entrambi previsti per le 14,30.

Tra gli altri titoli, Ford Motor guadagna lo 0,75% nel premarket, grazie agli utili del primo trimestre della casa automobilistica che hanno battuto le aspettative di Wall Street, sostenuti da una forte performance della divisione veicoli commerciali e da un aumento delle vendite di veicoli ibridi.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Francesca Piscioneri)