Italia markets open in 6 hours 37 minutes
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,32 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -131,02 (-0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.383,66
    -580,42 (-2,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1874
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    29.778,17
    -225,69 (-0,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    881,60
    -58,34 (-6,21%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,67 (+0,85%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     

Oggi il Rimbalzo delle Borse Continuerà

·6 minuto per la lettura

A Wall Street si dice:
“Non è tanto importante comprare al prezzo più basso possibile quanto comprare al momento giusto.” (Jesse Livermore)

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è salto del +1,22%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono positivi per il Nasdaq +0,56%, per l’S&P 500 +0,41% e per il Dow Jones +0,35% circa.

Perché il mercato ieri è salito ieri a Wall Street?

Gli indici azionari statunitensi ieri hanno registrato guadagni moderati e hanno recuperato oltre la metà delle forti perdite della sessione precedente. Ieri c’è stato un rimbalzo dei titoli tecnologici che ha spinto il mercato in rialzo. I guadagni nel mercato azionario sono aumentati dopo che le richieste settimanali di disoccupazione negli Stati Uniti sono scese al minimo di 14 mesi e le aspettative di inflazione sono conseguentemente diminuite.

Il tema che interessa al mercato adesso è solo questo.
Il rimbalzo avuto dai titoli tecnologici ieri è stato positivo per il mercato in generale.

  • Lam Research ( LRCX ) e Applied Materials ( AMAT ) hanno chiuso in rialzo di oltre il + 4% e

  • ASML Holding NV ( ASML ) ha chiuso in rialzo di oltre il + 3%.

  • Tesla ( TSLA ) ha chiuso più del -3% ieri dopo che il CEO Elon Musk il giorno prima aveva twittato che Tesla avrebbe sospeso la possibilità per i suoi clienti di acquistare gli le sue auto utilizzando Bitcoin.Quali titoli hanno spinto al rialzo l’indice Dow Joines?

  • JPMorgan Chase ( JPM ) e Home Depot ( HD ), che hanno chiuso in rialzo di oltre il + 2%.

  • Apple ( AAPL ), Microsoft ( MSFT ) e Walmart ( WMT ) hanno chiuso con un + 1%.

Cosa non è andato bene ieri?

La debolezza dei titoli energetici e delle società di servizi petroliferi ieri sono stati fattori ribassisti per il mercato.
I prezzi del petrolio sono scesi di oltre il -3%. Tra i titoli peggiori segnalo Oidental Petroleum ( OXY ), che ha chiuso più del -5%, e Diamondback Energy ( FANG ) e Marathon Oil ( MRO ), che hanno chiuso più del -4%.

Cosa è piaciuto al mercato ieri?

I segnali di forza nel mercato del lavoro statunitense sono stai un fattore rialzista per il mercato azionario.

Le richieste di disoccupazione iniziali settimanali negli Stati Uniti sono scese da -34.000 al minimo degli ultimi 14 mesi di 473.000, mostrando un mercato del lavoro più forte delle aspettative di 490.000.

Nessun settore del S&P 500 ha chiuso negativo nell’ultima sessione di borsa:

Energetico

I settori del S&P 500 che sono stati maggiormente acquistati nell’ultima sessione di borsa sono stati:

  • Industriale

  • Finanziario

  • Utilitities

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 140$ ed adesso si attesta sui $1827dollari.

Il VIX S&P 500 soprannominato l’indice della paura è sceso rispetto alla sessione precedente arrivando a 23,13
Il VIX è ben al di sopra del minimo di metà aprile degli ultimi 14 mesi di 15,38.

Commenti della FED di ieri:
I commenti della Fed ieri sono stati di supporto per le azioni. Il governatore della Fed Waller ha detto che gli aumenti dei prezzi al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed dovrebbero essere “temporanei” e vede la Fed mantenere una politica accomodante per un po ‘di tempo. Inoltre, il presidente della Fed di Richmond Barkin ha affermato di non vedere “le aspettative di inflazione a medio e lungo termine che cambiano” e che la domanda repressa è in parte dietro all’aumento dell’inflazione.

Coloro che mi leggono abitualmente sanno che le ragioni per cui i rendimenti più alti sono percepiti negativamente dai mercati azionari sono:

  • perché possono allontanare gli investimenti dal mercato azionario e portarli invece nelle obbligazioni.

  • perché conseguentemente questo rende gli investitori meno disposti a pagare prezzi troppo alti per le azioni.

I rendimenti obbligazionari continueranno a salire nonostante la FED ma l’effetto sulle azioni progressivamente si affievolirà.

Vi ricordo che a gennaio ho iniziato ad accendere l’attenzione verso il limite di 1,50/1,60% come soglia psicologica di allarme. Quello che ho scritto per settimane è puntualmente avvenuto.

Cosa succederà ai mercati quando il Treasury a 10 anni supererà il 2%?

Ora scrivo che i mercati continueranno in questa altalena di preoccupazioni fintanto che questo rendimento non avrà superato, e lo supererà il 2%.

Poi quando andrà oltre il 2,20%, come è successo per altri temi in passato il mercato se ne dimenticherà e finirà di essere lo spauracchio che rappresenta adesso.

Il rendimento del Treasury dal 2016 al 2019 è stato abbondantemente sopra il 2,5% raggiungendo anche il 3,14% e per i mercati quello non era un tema così centrale come lo è adesso.

Ecco in questo momento di confusione io sono sempre più convinto che il trading debba essere solo tecnico.
Un approccio emotivo alla notizia non può che creare continui cambiamenti di rotta.

Io non compro mai guardando ad una notizia semplicemente perché non esiste un valore matematico/algoritmico per valutarla e misurarla.

Esiste invece uno strumento tecnico analitico che misura la reazione che il mercato sta avendo a tutte le notizie.
Io ho ideato un trading system ed una ferrea strategia applicativa.

Questo è lo strumento al quale io affido il mio trading.
Uno strumento che mi permette di entrare solo sui trade dove io ho un netto vantaggio sul mercato. Vantaggio che io posso misurare statisticamente con percentuali che vanno dal 70% al 90% e oltre in certi casi a mio favore.

A livello generale io credo che continueremo ad avere un po’ di volatilità nel mercato quest’anno, ma non vedo ipotesi catastrofiste; al contrario io sono per uno scenario abbastanza roseo per i prossimi mesi.

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

  • L’S&P 500 è salito di 49,46 punti a 4.112,51 per un +1,22%. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.

  • Il Dow Jones è salito di 433,8 punti a 34.021,50 per un +1,29%. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.

  • Il Nasdaq ha guadagnato 93,31 punti, o +0,72%, a 13.124,99. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 26 aprile.

L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha guadagnato il +1,76%, chiudendo a 2.170,95.

Qualche volta ascolto commenti nei quali i trader mi dicono che preferiscono stare fuori dal mercato perché prevedono un imminente ribasso. Mi è successo diverse volte nelle ultime settimane di udire questi commenti. Questa strategia non ha pagato e coloro che hanno preferito uscire e guardare da fuori adesso non sanno cosa fare. I mercati non si affrontano così, è proprio durante la volatilità del mercato il momento in cui deve avvenire la ricostruzione del portafoglio, e che è fondamentale non sbagliare timing e comprare i titoli giusti.
La volatilità permette ai portafogli preparati di tornare liquidi ed utilizzare questa liquidità per acquistare i titoli giusti, nel momento giusto, a prezzi notevolmente più bassi.
Il trading finanziario consiste esattamente in questo.
Per verificare la qualità del mio lavoro vi consiglio di visitare la mia pagina statistiche.

Dopo avere letto questa analisi vi invito a prendere visione dei miei 4 portafogli.

Queste comunicazioni sono da ritenersi non personalizzate, ma pensate scritte ed inviate ad un pubblico indistinto. L’esecuzione di investimenti, posti in essere dovranno essere fatti sotto la supervisione di un professionista di vostra fiducia iscritto all’apposito Albo, saranno quindi a vostro completo rischio, non assumendo l’autore alcuna responsabilità al riguardo. L’operatività descritta è proposta in maniera teorica e allo scopo formativo nei mercati finanziari ed è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all’investimento e/o consulenza finanziaria.

Ho ideato Orso e Toro quotidiano di informazione online, con il quale offriamo tutti i giorni a clientela privata ed istituzioni (banche), notizie e la nostra opinione su titoli ed assets dal mondo della finanza. Siamo inoltre specializzati nell’analisi tecnica dei mercati azionari anche tramite il nostro canale Youtube.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli