Italia Markets open in 8 hrs 14 mins

Paura a Napoli, maxi voragine in strada: 40 persone evacuate

Tragedia sfiorata a Napoli

Tragedia sfiorata a Napoli. Il maltempo di queste ultime ore ha causato una voragine in via Masoni e circa 40 persone sono state evacuate dalle loro abitazioni. L'enorme buca si è aperta nei pressi di un cantiere, dove sono in corso lavori sulla condotta idrica e fognaria. A rendere noto l'accaduto è stato il presidente della III Municipalità, Ivo Poggiani.

LEGGI ANCHE: Venezia va sott'acqua, ma il Mose dov'è?

“Sono intervenuti i vigili del fuoco e la protezione civile per uno sprofondamento su un tratto appena interessato dai lavori di rifacimento del manto stradale, ma non dei sottoservizi – ha spiegato Poggiani su Facebook - La quantità di precipitazioni ha provocato una frana all'interno dell'area cantiere. Sono intervenuti nuovamente i vigili, a seguito anche di perdite di gas. Hanno quindi allargato l'area di interdizione, sgomberando alcuni palazzi, molta gente ha dormito in strada. Stanotte sono iniziati i lavori dell'Italgas e riprenderanno quelli di Abc. Siamo vicini alle famiglie evacuate, come Municipalità non andremo via dall'area interessata fino a quando non sarà risolto il problema. Continuiamo ad assumerci responsabilità su problemi non di nostra competenza, per senso di responsabilità, ma ognuno faccia la propria parte".

SFOGLIA LA GALLERY: Venezia affoga, le foto dell'acqua alta record

Alcuni cittadini hanno trascorso la notte in strada e lamentano la scarsa assistenza ricevuta, oltre al rischio corso. Il maltempo sta causando seri problemi in tutta la regione: a Quarto la situazione è critica per l'allagamento del bivio sulla variante Domiziana in direzione Monterusciello e per l'invasione di fango e detriti provenienti dalla collina a confine con Marano di via Santa Maria e via Cuccaro. Nuove cadute di alberi, dopo quella registrata al terminal bus della Ctp in via Fasano a Pozzuoli, si sono avuti a Monterusciello e a Licola. In via Reginelle, tra Licola e Monterusciello, ha ceduto per circa venti metri il muro di contenimento di un terrapieno. Danni ad Amalfi e a Monte di Procida, battuta per alcune ore da un forte vento.

GUARDA ANCHE - Venezia allagata: è allerta rossa