Italia Markets close in 4 hrs 37 mins

PayPal compie 20 anni. Come ha rivoluzionato il modo di pagare online

La sede di PayPal a San José, in California (Getty)

Era il 1999 quando iniziava l’avventura imprenditoriale di PayPal. In 20 anni ha cambiato il modo di pagare online e oggi si sta reinventando. Per molti utenti PayPal è sinonimo di pagamenti online: opera in 202 Paesi differenti, permette ai suoi 254 milioni di utenti di spedire, ricevere e trattenere denaro in 25 valute diverse, e consente anche il trasferimento di fondi da e verso persone che non hanno un account PayPal.

Gli inizi

Vent’anni fa la situazione era diversa. L’azienda è nata con altri obiettivi. Al successo di PayPal, startup quotata in Borsa, comprata dal colosso delle aste eBay e poi di nuovo scorporata e lasciata nuovamente fluttuare nello stock exchange di New York, hanno contribuito alcuni tra gli imprenditori più significativi della Silicon Valley. Tra i più noti: Elon Musk e Peter Thiel.

Un po’ di numeri

Oggi PayPal fattura 12 miliardi di dollari, ha come presidente John Donahoe e come ad Dan Schulman. PayPal è nata nel 1998 come Confinity, azienda che sviluppava software di sicurezza per apparecchi portatili. Un anno dopo, nel 1999, all’interno di Confinity nasce PayPal.

Entra in scena Elon Musk

Nel 2000 arriva Elon Musk. Confinity viene acquisita da X.com, una delle primissime banche online. L’attuale patron di Tesla ha fin da subito puntato all’aspetto economico-finanziario della rete, non solo dei pagamenti ma di tutta l’attività economica caratteristica di un istituto di credito. Sempre nello stesso anno, X.com ha smesso di fare la banca online per puntare sui pagamenti di PayPal.

La quotazione in Borsa

Nel 2001 l’azienda viene quotata in Borsa, generando circa 60 milioni di dollari di raccolta di capitali. Poco dopo, nel 2002, eBay acquista PayPal per 1,5 miliardi di dollari, diventando il sistema di pagamento ufficiale della casa di aste online.

I pagamenti crescono

Nel 2007 sono arrivate la partnership importanti, come quella con Mastercard. Il settore dei pagamenti digitali resta complesso e frammentato. Dal 2012, con Discover Card, l’azienda si è sempre più trasformata in una entità finanziaria.

PayPal oggi

Oggi PayPal è un’azienda autonoma e quotata in Borsa. La sfida maggiore viene dal settore dei nuovi sistemi di pagamento online, sempre più diffusi e pronti a mangiare quote di mercato a PayPal.

Leggi anche:

Ecco i Paesi europei dove si spende di più per bere

Le sigarette elettroniche fanno smettere di fumare?

Virtuoso, l’app che ti ricompensa per correre. Come funziona