Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.275,45
    -312,34 (-1,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Pre-market: futures azionari USA in territorio positivo


Movimenti in pre-market

Nei primi scambi in pre-market i futures azionari statunitensi risultavano in rialzo dopo che nella sessione precedente l’indice Dow Jones aveva perso oltre 200 punti. Gli investitori attendono i risultati degli utili da Deere & Company (NYSE:DE), Booz Allen Hamilton Holding Corporation (NYSE:BAH) and Foot Locker, Inc. (NYSE:FL).

I futures sull’indice Dow Jones balzavano di 289 punti, attestandosi a 31.491, quelli sull’S&P 500 guadagnavano 45,25 punti a quota 3.943 e i futures sul Nasdaq 100 salivano di 199 punti, a 12.077,25.

Prezzi del petrolio in lieve ribasso, coi futures sul Brent che in apertura segnavano -0,1% a 112,02 dollari al barile; i futures sul WTI erano in calo dello 0,5% a 111,65 dollari al barile. Il report di Baker Hughes Inc. sul numero di piattaforme petrolifere attive nell’area nordamericana per la scorsa settimana verrà pubblicato alle ore 13:00 ET.

Attualmente gli Stati Uniti registrano il numero più elevato di casi e di decessi per coronavirus al mondo, con un totale di oltre 84.799.040 contagi e circa 1.028.330 vittime; intanto l’India registra un totale di almeno 43.131.820 casi di COVID-19, mentre il Brasile ne ha confermati oltre 30.752.220.

Uno sguardo agli indici delle borse mondiali

Borse europee

Oggi i listini europei hanno aperto in territorio positivo. L’indice STOXX Europe 600 guadagnava l’1,2%, il FTSE 100 di Londra era in rialzo dell’1,5%, l’indice spagnolo Ibex 35 saliva dell’1%, l’indice francese CAC 40 era in aumento dello 0,9% e il tedesco DAX segnava +1,6%. Nel mese di marzo l’attività edilizia in Italia è aumentata del 19,4% su base annua dopo un rialzo rivisto del 22,1% nel mese precedente. Ad aprile l'inflazione annuale alla produzione in Germania è salita al 33,5% dal 30,9% di marzo e le vendite al dettaglio nel Regno Unito hanno segnato +1,4% su base mensile.

Mercati asiatici

I mercati asiatici hanno terminato gli scambi in rialzo. L’indice giapponese Nikkei 225 difatti ha guadagnato l’1,27%, l’Hang Seng di Hong Kong è balzato del 2,96%, l’indice cinese Shanghai Composite è salito dell’1,6%, l’indice australiano S&P/ASX 200 ha avuto un aumento dell’1,15% e l’indiano BSE Sensex ha segnato +2,5%. Ad aprile i prezzi al consumo in Giappone sono aumentati del 2,5% rispetto all’anno precedente. La People's Bank of China ha mantenuto invariati i tassi di riferimento per i prestiti alle imprese e alle famiglie.

Raccomandazioni degli analisti

Gli analisti di Telsey Advisory Group hanno declassato il titolo Ross Stores, Inc. (NASDAQ:ROST) da Outperform a Market Perform e hanno abbassato il target price da 145 a 80 dollari.

Negli scambi pre-market le azioni di Ross Stores erano in rosso del 28,4% a 66,42 dollari.

Ultime notizie

  • Ross Stores, Inc. (NASDAQ:ROST) ha riportato risultati sottotono per il primo trimestre e ha pubblicato una guidance debole.

  • LumiraDx Limited (NASDAQ:LMDX) ha dichiarato che il suo test anti-Covid è stato inserito nell’Emergency Use Listing dell’Organizzazione mondiale della sanità.

  • Applied Materials, Inc. (NASDAQ:AMAT) ha riportato risultati del secondo trimestre più deboli del previsto e ha pubblicato una debole guidance per il terzo trimestre.

  • Giovedì Ford Motor Co (NYSE:F) ha dichiarato che richiamerà 39.013 SUV Expedition e Navigator negli Stati Uniti che sono stati costruiti tra il 1° dicembre 2020 e il 30 aprile 2021 a causa di possibili rischi di incendio sotto il cofano.

 

Tieniti aggiornato su tutte le ultime notizie e le idee di trading seguendo Benzinga Italia su Twitter.

Continua a leggere su Benzinga Italia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli