Italia markets close in 2 hours 18 minutes
  • FTSE MIB

    24.294,34
    -508,56 (-2,05%)
     
  • Dow Jones

    34.742,82
    -34,98 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    13.401,86
    -350,34 (-2,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.608,59
    -909,71 (-3,08%)
     
  • Petrolio

    64,04
    -0,88 (-1,36%)
     
  • BTC-EUR

    45.694,69
    -2.220,88 (-4,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.591,18
    +29,88 (+1,91%)
     
  • Oro

    1.826,20
    -11,40 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0032 (+0,27%)
     
  • S&P 500

    4.188,43
    -44,17 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.926,18
    -108,07 (-2,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8598
    +0,0008 (+0,09%)
     
  • EUR/CHF

    1,0967
    +0,0033 (+0,30%)
     
  • EUR/CAD

    1,4740
    +0,0056 (+0,38%)
     

Previsioni Petrolio e Gas Naturale: Greggio Frena Per Timori India, Gas Vicino ai 2,8$

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Il prezzo del petrolio greggio Wti ha continuato a ritirarsi nell’ultima sessione di scambi di ieri, scendendo in serata fin sotto il livello di 62 dollari al barile.

Le preoccupazioni per l’impennata nei contagi in India, grande Paese importatore di petrolio, stanno infatti turbando in queste ore gli investitori. In calo ieri anche il Brent, che resta comunque sopra la soglia dei 65 dollari.

Il gas naturale ha invece segnato nuovi rialzi importanti, superiori al +2%, approcciando il livello di resistenza di 2,8 dollari.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio e del gas naturale

Il prezzo del petrolio greggio Wti si trova stamattina, alle ore 8:50, a quota 62,4 dollari al barile, dunque in discreto rialzo rispetto alla serata di ieri. Anche il Brent si presenta rialzista, a 66,12 dollari (+0,7%).

Per il Wti, la prima fascia di supporto è rappresentata proprio dal valore di 62 dollari al barile, a cui farebbe seguito quello di 61,5 e poi di 60,9 dollari. Se il rialzo attuale dovesse proseguire nel corso della sessione di scambi odierna, allora il prezzo potrebbe mirare alla resistenza rappresentata dai 63 dollari e poi dai 63,5 dollari.

In questo periodo di ancora scarsa domanda, questi due ultimi valori precedono solitamente una fase di consolidamento, prima di una possibile ripartenza verso altre resistenze.

Per il Brent, invece, il target di breve periodo è rappresentati dai 67 dollari e poi ancora dai 68 dollari, una solida resistenza. Finché il greggio del Mare del Nord si manterrà sopra i 65 dollari, il trend resterà rialzista.

Con riferimento al gas naturale, il livello di 2,80 dollari non potrà non attrarre l’attenzione degli investitori. Un superamento stabile di questa soglia, dopo una breve fase di consolidamento, potrebbe aprire le porte a rialzi ancora più netti, con un target di 3 dollari.

Tuttavia, con l’approssimarsi delle temperature estive il principale limite alla corsa del gas è rappresentato proprio dal fattore tempo. Qualora le previsioni meteo dovessero indicare temperature più calde, si potrebbe già assistere a un primo ritracciamento fino all’EMA a 200 giorni di 2,60 dollari.

Sotto questa soglia di supporto, si troverebbe certamente un gap tecnico in grado di affossare i prezzi del gas.

Alle ore 8:55 di oggi, il gas naturale è in lieve calo a 2,787 dollari.

Il Calendario Economico dell’Eurozona

Oggi è il turno delle decisioni sul tasso d’interesse in Giappone, insieme alle dichiarazioni sulla politica monetaria della Bank of Japan, con le prospettive di ripresa dopo le notizie sull’incremento dei contagi.

Dall’Italia giungeranno invece in mattinata i dati sugli indici dei consumatori e delle aziende, poco prima del saldo della bilancia commerciale non-UE.

L’indicatore sullo stato di salute delle imprese fornirà un aggiornamento anche per l’intera Eurozona, con riferimento al mese di Aprile 2021.

Invece, dagli USA giungerà il rapporto sulla fiducia dei consumatori.

Domani si attende il rapporto della GfK sul clima tra i consumatori tedeschi oltre all’aggiornamento sulle scorte di petrolio greggio negli USA. In serata, sempre dagli USA si terrà anche la conferenza stampa del FOMC e si conosceranno le decisioni sul tasso d’interesse dei fondi della Fed.

Si continua poi giovedì 29 Aprile 2021 con il tasso di disoccupazione tedesco e diversi indici dei prezzi alla produzione in tutta Europa. Dagli USA, giungerà invece il PIL trimestrale, insieme all’aggiornamento sulle richieste di sussidi di disoccupazione.

Infine, venerdì giornata piena di appuntamenti dall’Asia, con il tasso di disoccupazione e la produzione industriale giapponese, oltre agli indici cinesi PMI.

Continuano anche gli aggiornamenti sul PIL in tutta Europa, in Francia, Germania, Spagna e Italia e in generale a livello dell’Eurozona, insieme al tasso di disoccupazione in UE.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: