Italia Markets closed

Previsioni Ripple (XRP) 2020. Investire nei pagamenti transfrontalieri – Criptovalute 2020

Fabio Carbone

Ripple dopo bitcoin è la criptomoneta più cercata. A scanso di perpetuare l’equivoco, la criptovaluta è XRP, mentre Ripple è la società a fini di lucro che gestisce la RippleNet e tutti i servizi informatici che su di essa la società sta creando.

Identificare XRP come una criptovaluta suscita emozioni contrastanti in alcuni, ma qui noi vogliamo parlare di investimenti e allora prendiamo XRP come un asset digitale nel che rientra nella nostra sfera di interesse e proviamo ad analizzarne il futuro.

Benvenuto nelle Previsioni Ripple (XRP) 2020, articolo inaugurale della mini serie ‘Criptovalute 2020’, attraverso cui analizzare le principali criptomonete e capire se vale la pena investirci nel 2020.

Previsioni Ripple (XRP) 2020: perché investire?

Ciascuno fa le sue scelte personali, ma la domanda di fondo è chiara: perché investire in XRP?

Non certo perché è una riserva di valore come bitcoin. Non perché Ripple è simpatica o perché ci sta simpatico il suo Ceo Garlinghouse.

Quello che va compreso nel caso molto specifico del progetto Ripple, è che non siamo in presenza di una classica criptovaluta come bitcoin o litecoin.

Per intenderci, Ripple e XRP possono sussistere anche senza le criptovalute e questo perché il progetto è gestito da una azienda con uno scopo di lucro ben definito e che non solo viene perseguito, ma trova anche ampio riscontro.

A novembre Ripple ha annunciato in un post che sono 300 i clienti entrati nel portafoglio aziendale. La totalità di questi clienti sono istituti bancari o processori di pagamento transfrontalieri, tra cui alcuni molto noti come Santander, MoneyGram, e così via.

In buona sostanza. Bitcoin è un asset gestito da nessuno e usato semplicemente come riserva di valore nella speranza che un domani valga più di oggi. Ethereum è un progetto del tutto sperimentale gestito da una Fondazione e non da una società e per questo persegue più fini di ricerca. Ripple è la società che ha una applicazione imprenditoriale concreta e già usata da aziende terze.

Quale il futuro di Ripple? I pagamenti transfrontalieri

Il futuro di Ripple è strettamente collegato ai pagamenti transfrontalieri, il suo progetto ha ragione di esistere perché le persone in tutto il mondo hanno una reale esigenza quotidiana: spostare denaro da una parte all’altra del mondo.

Una esigenza che abbiamo da sempre e che non tramonterà certo nei prossimi anni, anche la Società digitale continuerà ad avere bisogno di trasferire denaro da una parte all’altra del mondo e Ripple sta creando l’infrastruttura per consentirlo.

Molte banche hanno aderito e questo è un fattore da non sottovalutare.

I pagamenti transfrontalieri tradizionali sono cari lo sappiamo. Fare un bonifico internazionale costa molto e impiega svariati giorni per raggiungere il destinatario. Costano molto i tradizionali servizi di money trasfer ed anche alcuni noti processori di pagamento hanno costi in percentuale sul trasferito, onerosi.

I pagamenti che viaggiano sulla RippleNet costano pochi centesimi di euro e viaggiano velocissimi, in pochi secondi il denaro raggiunge l’isola di Tonga.

In definitiva

Tralasciando le disquisizioni su chi è una criptovaluta o meno, su quale sia davvero decentralizzata o non lo è affatto, ciò che alla gente interessa davvero è la funzionalità

Bitcoin è funzionale? Cioè, risolve un mio problema quotidiano? E Ripple con la sua RippleNet, mi risolve un problema?

I progetti diventano mainstream quando risolvono problemi alle persone, a tante persone, non a un club ristretto.

Proprio in conclusione. Possedere XRP, non significa essere azionisti di Ripple, la società per ora non è quotata in Borsa, ma in futuro potrebbe esserlo.

Previsioni Ripple (XRP) 2020? Meglio tenere d’occhio il progetto.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: