Italia Markets open in 1 hr 58 mins

Previsioni settimanali fondamentali su USD/JPY – Più forte con le probabilità di aumento del tasso di cambio BOJ, calo delle probabilità di tasso Fed

James Hyerczyk

Il Dollaro/Yen ha chiuso in ribasso la scorsa settimana poiché i dati economici statunitensi più forti del previsto hanno smorzato le possibilità di un taglio dei tassi della Fed in ottobre, rendendo il Dollaro statunitense un asset più attraente. L’ottimismo sulle relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina ha anche contribuito a ridurre l’appello dello Yen giapponese come bene rifugio dopo che entrambe le centrali economiche hanno dichiarato che i negoziati commerciali riprenderanno a Washington il 10-11 ottobre. I trader hanno mostrato scarsa reazione all’inchiesta sull’impeachment del presidente Trump.

La scorsa settimana, l’ USD/JPY si è attestato a 107,938, in aumento di 0,377 o + 0,35%.

La coppia USD/JPY è stata portata al livello più basso dal 9 settembre all’inizio della scorsa settimana, poiché le richieste di procedimenti di impeachment contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump hanno abbassato la domanda di attività rischiose. Anche il Dollaro/Yen si è indebolito a seguito del rilascio di dati deludenti sulla fiducia dei consumatori.

I commercianti hanno ribaltato la loro precedente reazione a metà settimana sulle incertezze politiche negli Stati Uniti derivanti da un’indagine di impeachment sul presidente Donald Trump. Ora gli investitori guardavano al dollaro come alla risorsa “rifugio”, limitando l’appello dello yen. Trump ha aiutato a spingere il Dollaro / Yen ancora più in alto dopo aver affermato che un accordo commerciale con la Cina potrebbe avvenire prima del previsto.

Alla fine della settimana, l’USD/JPY è stato supportato dall’idea che forse l’economia non ha bisogno di tanti degli stimoli attuali.

Il 25 settembre, il presidente della Fed di Dallas Robert Kaplan ha affermato che, sebbene l’economia mondiale stia attraversando un periodo “fragile”, le probabilità di una recessione degli Stati Uniti nel prossimo anno restano “relativamente”.

Il 26 settembre, il vicepresidente della Fed Richard Clarida ha dichiarato che le aspettative di inflazione negli Stati Uniti sono attualmente in linea con l’obiettivo del 2% della banca centrale, un’indicazione che non vede la necessità urgente di nuovi tagli ai tassi per aumentare l’inflazione.

Suggerimenti BOJ al taglio dei tassi

La settimana scorsa, il Governatore della Banca Centrale Giapponese ha segnalato la disponibilità a facilitare ulteriormente la politica monetaria, promettendo di guidare la politica in modo appropriato “senza alcuna condizione prestabilita”.

Parlando con i leader dell’industria dei titoli del Giappone, Haruhiko Kuroda ha anche messo in guardia dall’aumentare i rischi dell’economia globale, ma ha lasciato pochi indizi su quale sarà esattamente la prossima mossa della BOJ quando terrà la sua revisione politica il 30-31 Ottobre.

All’inizio di venerdì, il Giappone ha riferito che l’IPC di Tokyo Core è risultato inferiore alle aspettative allo 0,5%. Gli analisti cercavano lo 0,6%. Questo era in calo rispetto allo 0,7% precedentemente riportato. Questa notizia supporta ulteriormente la necessità di ulteriori stimoli.

Previsioni settimanali

Questa settimana, gli investitori in Dollaro/Yen si trovano ad affrontare una serie di dati economici e oratori della Fed che dovrebbero determinare se la banca centrale taglierà il suo tasso di riferimento alla fine di ottobre. Dati rialzisti e oratori della Fed falco dovrebbero sostenere l’USD/JPY.

I rapporti chiave da tenere d’occhio sono l’ISM Manufacturing PMI. Si prevede che arrivi a 51,0, appena sopra il livello di riferimento 50,0.

Si prevede che ISM Non-Manufacturing arriverà a 55,1, leggermente al di sotto di 56,4 precedentemente riportato.

Venerdì, gli operatori avranno la possibilità di reagire al rapporto sui salari non agricoli degli Stati Uniti di settembre. Il cambiamento di occupazione non agricola dovrebbe mostrare che l’economia ha aggiunto 140.000 posti di lavoro il mese scorso. Questo è leggermente aumentato rispetto ai 130.000 precedentemente riportati. Il guadagno orario medio dovrebbe essere aumentato dello 0,3% e il tasso di disoccupazione dovrebbe rimanere stabile al 3,7%.

Non ci sono notizie importanti dal Giappone, ma gli operatori dovrebbero prestare attenzione all’indice Tankan Manufacturing di martedì e all’indice Tankan Non-Manufacturing.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: