Italia markets closed
  • Dow Jones

    27.515,99
    -169,39 (-0,61%)
     
  • Nasdaq

    11.421,61
    +62,67 (+0,55%)
     
  • Nikkei 225

    23.485,80
    -8,54 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1816
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    11.544,49
    +445,14 (+4,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    270,44
    +9,15 (+3,50%)
     
  • HANG SENG

    24.787,19
    -131,59 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    3.395,54
    -5,43 (-0,16%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Questa Settimana il Report dell’OPEC

Alberto Ferrante
·3 minuti per la lettura

La settimana scorsa si è conclusa per l’oro con un nuovo allungo intorno ai 1930 dollari l’oncia. Il metallo prezioso sta tornando infatti ad avvicinarsi alle due principali fasce di resistenza, a 1950 e 2000 dollari l’oncia.

Similmente, l’argento ha continuato a muoversi intorno ai 25 dollari, dunque in calo rispetto alla media del mese scorso, quando il prezzo era ancora superiore ai 27 dollari.

Quanto al petrolio, il greggio Wti e il Brent si sono attestati intorno ai 40 e ai 42 dollari rispettivamente, superando dunque con facilità l’impatto negativo delle scorte EIA statunitensi.

Tuttavia, resta difficile da prevedere un incremento sostanziale del prezzo del petrolio sopra i 43 dollari al barile.

Invece, il gas naturale resta molto volatile intorno ai 2,7 dollari l’oncia. Visto l’approssimarsi dei mesi più freddi, non è da escludere un rialzo ancor più netto, anche fino ai 3 dollari.

Come sempre, a pesare particolarmente sarà l’andamento del dollari statunitense e i diversi market movers della settimana.

Il Calendario Economico della Settimana

La nuova settimana si apre quest’oggi con pochi dati di rilievo. Si attende in mattinata l’indice dei prezzi all’ingrosso in Germania, insieme alle aste dei BTF francesi a 3, 6 e 12 mesi. Si terranno anche le aste dei buoni del tesoro statunitensi con scadenza a 3 e 6 mesi e dal Giappone giungeranno alcuni dati sugli ordinativi di macchinari e sui prestiti bancari.

Domani giornata molto più ricca di appuntamenti, con l’indice dei salari medi e i dati sulla disoccupazione nel Regno Unito, insieme all’IPC tedesco e all’indice ZEW sulla fiducia in Europa.

Dagli USA si attendono gli indici dei principali prezzi al consumo e il bilancio del budget federale, mentre la Cina comunicherà i dati sulla bilancia commerciale aggiornati a Settembre.

Nella giornata di domani verrà rivelato anche il report mensile dell’OPEC, in cui i Paesi produttori forniranno la loro visione sulle prospettive future del mercato, con i prezzi ancora in stallo da mesi.

Mercoledì sarà invece il turno della produzione industriale giapponese a livello mensile, del Report mensile dell’AIE statunitense (l’Agenzia internazionale per l’Energia), e della produzione industriale in Unione Europea.

Come sempre, gli USA riveleranno anche i dati sulle scorte di petrolio, che nella scorsa rilevazione si sono mostrate in aumento.

La settimana continua Giovedì con l’IPC e IPP cinese e i dati sugli ordinativi e sulle vendite industriali in Italia, a cui seguiranno diverse aste di titoli di Stato in Francia e Spagna.

Dagli USA, si attendono invece i dati sulle richieste di sussidi di disoccupazione, insieme alle scorte di greggio, alle importazioni e alla produzione di carburante distillato e benzina.

Infine, la settimana si chiuderà Venerdì 16 Ottobre 2020 con l’IPC italiano mensile a Settembre 2020, il saldo della bilancia commerciale italiana e diversi dati a livello UE. Già in mattinata si attendono infatti gli indici dei prezzi al consumo, l’indice HICP (ad esclusione di beni alimentari ed energetici) e il saldo della bilancia commerciale.

Dagli USA, invece, giungeranno i dati sulla produzione industriale e manifatturiera e sulle vendite al dettaglio.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: