Italia markets open in 1 hour 20 minutes
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.497,99
    -602,39 (-2,07%)
     
  • EUR/USD

    1,2037
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    45.982,94
    +12,51 (+0,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.270,75
    +36,33 (+2,94%)
     
  • HANG SENG

    28.638,17
    -497,56 (-1,71%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Oro Riprende Quota, Ultimi Fuochi per il Gas?

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Il prezzo dell’oro ha continuato a correre ieri per recuperare del tutto le ultime perdite, con un rialzo che nella serata si assestava oltre il +2,5% (circa 43 dollari) a quota 1725 dollari l’oncia. Il petrolio greggio si è pure mosso in rialzo, nonostante l’Arabia Saudita sembrerebbe stia valutando una riduzione del suo taglio unilaterale, che fino ad oggi è stato di 1 milione di barili al giorno. Il gas naturale si è invece nuovamente avvicinato ai 2,65 dollari.

Previsioni sul prezzo dell’Oro

I mercati dell’oro hanno ripreso a mostrare segni di forza, tentando evidentemente di raggiungere i 1750 dollari l’oncia, che rappresentano un valore fondamentale per i traders rialzisti.

Infatti, secondo le ultime analisi tecniche un superamento di questa soglia potrebbe aprire la strada a un rialzo più agevole verso i 1800 dollari. È, questa, una soglia di prezzo che per lunghe giornate è apparsa irraggiungibile, o quantomeno di difficile approccio.

Se il prezzo dell’oro dovesse però proseguire la sua tendenza rialzista, il target di resistenza si trova proprio intorno a questo livello. Un nuovo rallentamento potrebbe però portare il prezzo a consolidarsi nuovamente nella soglia di prezzo – oramai fin troppo nota – tra i 1700 e i 1750 dollari, una volta messo in sicurezza il supporto a 1680 dollari.

La chiusura settimana sarà fondamentale per comprendere il sentiment degli investitori.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio

Come naturale, le semplici indiscrezioni riportate dai media con il meeting dell’OPEC ancora in corso hanno generato un’elevata volatilità nel mercato del petrolio greggio ieri sera.

Il Wti si è portato sotto i 60 dollari per poi rimbalzare superando nella serata i 61,5 dollari al barile. Il Brent, con un rialzo leggermente più moderato, ha superato invece i 65 dollari.

L’OPEC+ ha infine sorpreso i mercati accordandosi su un aumento graduale della produzione di petrolio greggio, nei prossimi tre mesi.

Il greggio non ha reagito in maniera particolarmente scomposta: il Wti si trova alle ore 9:20 di stamattina a quota 61,5 dollari al barile e il Brent a 64,86 dollari.

Le previsioni per il Wti devono necessariamente tenere conto del livello di resistenza a 63 dollari, il cui superamento potrebbe abilitare una corsa più elevata. Il supporto resta fissato intorno ai 60 dollari.

Per il Brent, una chiusura settimanale sopra i 65 dollari potrebbe fornire sufficiente spinta per aprire la settimana prossima con un target più ambizioso in mente, quello dei 70 dollari.

Previsioni sul Prezzo del Gas Naturale

Anche il gas naturale si è mosso in netto rialzo, nonostante una crescita nelle scorte statunitensi dichiarate dall’EIA, ben più elevata di quanto atteso dagli analisti.

A questo punto, finché il prezzo resterà sopra i 2,6 dollari, quest’ultimo sarà il valore di supporto principale, che coincide anche con la media mobile a 10 giorni.

La resistenza si trova invece a quota 2,75 dollari e il trend attuale positivo potrebbe permettere al gas di tentare un nuovo allungo verso questa direzione già nelle prossime ore.

Anche per il gas naturale, la chiusura settimanale di oggi sarà fondamentale per tracciare le prime ipotesi sull’andamento della settimana prossima. Tuttavia, con l’avvicinarsi delle temperature più elevate è possibile che questi siano gli ultimi fuochi rialzisti prima di una seria correzione dovuta al calo fisiologico della domanda.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: